Cerca un ristorante

Effettua una ricerca su tutto il nostro database ristoranti.

Locale di Recanati

(5.00)
  • Ristoranti eleganti
  • Specialità: Tagliatella al ragù antico
Ristorante verificato

Recensione Locale di Recanati a cura del nostro giornalista

Lo volete un consiglio? Fermatevi a mangiare da Luca e Chiara presso il ristorante “Locale” di Recanati. Ubicato all'interno di uno dei palazzi più importanti della città, Locale segna ufficialmente l'inizio di una nuova epoca nel mondo della ristorazione: la cucina tradizionale non si mescola più alla cucina moderna, ma l'affianca con gioia e consapevolezza. Ci è voluto coraggio, professionalità e passione per proporre una Tagliatella al ragù accanto ad una Tagliata di zucca, una Quaglia arrostita accanto ad una millefoglie di triglie, un Fritto misto alla marchigiana accanto ad una Mazzancolla affumicata su bisque di crostacei e burrata. Qui si comincia ad aprire la mente alla ‘tavola mista’ del terzo millennio, bevendo vini veri, biologici e biodinamici ; spesso etichette sconosciute che Luca e Chiara proveranno a farvi scoprire giorno dopo giorno. Leggete il seguito, scoprirete perché Locale di Recanati ci è piaciuto.

Storia del ristorante Locale di Recanati

Luca e Chiara, sembra il titolo di una canzone di Lucio Dalla. Stesso amore negli occhi. Si conoscono da diversi anni e vantano percorsi diversi, complementari, che in questa nuova collaborazione di stampo familiare fanno gioco al saper accogliere e al saper proporre. La somma delle loro esperienze si chiama “Locale”, dove Locale vuol dire “del posto”, “marchigiano”, “fresco”, “stagionale”. Chiara Canale è una giovane pubblicitaria che ha lavorato nel mondo del visual dell’arredamento mentre Luca Tornatola è stato titolare di una piccola catena di negozi bio. Nel 2013 si sposano e nascono due bimbe. Una Famiglia si crea per viverla insieme, pensa Chiara, così affianca Luca che nel frattempo si iscrive a Viticultura ed enologia. Sono entrambi appassionati di cucina, soprattutto di quella che nasce dalle storia del prodotto artigianale e ancor di più dal volto del produttore. Una cucina di identità. Rincorrendo questi ideali la coppia viaggia, sperimenta, assaggia, conosce. Poi avviene un fatto, il fatto: un bellissimo locale a Recanati si affitta. Potremmo definirlo il terzo figlio già grande che diventa l’alibi perfetto per lavorare insieme e stare insieme. Mentre Chiara si concentra sul nome e sull’immagine, Luca fa esperienza in diversi ristoranti come uomo di sala e come cameriere. Dopo il corso da sommelier si sente abbastanza pronto e Locale è pronto per lui. Se chiedete loro perché scegliere Locale vi rispondono perché qui c’è una cucina vera, fatta con amore e con grande rispetto della tradizione; una cucina rara che segna ufficialmente l'inizio di una nuova epoca nel mondo della ristorazione: la cucina tradizionale non si mescola più alla cucina moderna, ma l'affianca con gioia e consapevolezza. Qui troverete il Polpo innamorato, la Tagliatella al ragù che nemmeno nonna faceva così bene, il Fritto misto alla marchigiana, la Tagliata di zucca. In cucina Stefano Orsili ha la mano e la mente che hanno fatto scuola da Errico Recanati. Il volto del cuoco rassicurante di quello che dà del tu alla materia prima. Locale ha un menù per tutti e per una clientela - come ama dire Luca - alta di testa, capace di comprendere la ricerca e la qualità. Luca farà in modo che possiate gustare vini naturali, biologici, biodinamici da lui scoperti. 99% Marche e 1% Francia. Pensate, uno degli enologi più importanti della regione si ferma spesso da loro per provare vini sconosciuti. Si gioca a scoprire nuove eccellenze per poi farle conoscere ai loro clienti.

Ambiente e atmosfera del ristorante “Locale” di Recanati

Bello di giorno. Splendido la sera. Chi ha progettato questo locale ha saputo dare risalto ai mattoncini delle pareti antiche sdrammatizzando il pieno della pietra con il vuoto degli intervalli in legno biondo che contengono luci chiare sapientemente posizionate. Elegantemente classico, importante e informale, romantico e amichevole. Un'insieme che è oggettivamente piacevole. Bellissimi i tavoli e le sedute. Legno e vetro, mini tovaglie in cotone e un'equilibrata alternanza di trasparenze e opacità. Alle pareti i quadri colorati segnano il passare delle stagioni. Il bancone del bar invita ad aperitivi serali e a dopo-cena rilassanti. In fondo a sinistra e a destra, protetti da una vetrina, ci sono i ciottoli del villaggio tanto amato da Giacomo Leopardi. Il poeta è lì fra quelle mura dorate. In città è possibile visitare Villa Coloredo Mels con la mostra del Lotto, la Casa del Leopardi, l’Orto Botanico Leopardi e l’intero percorso museale costruito nel 2019. Chiara saprà indirizzarvi al meglio.

Cosa si mangia qui al Locale di Recanati: menù e degustazione

Il menù ha proposte per tutti i gusti, le intolleranze e le scelte di vita. Tradizionalmente diviso fra antipasti, primi, secondi, pizze e dolci, il menù ha il potere di accontentare i palati più esigenti e di far venire la voglia di tornare per provare altri piatti. Il divertente Baccalà Arlecchino, la Tartare di gambero con sale Maldon e scaglie di tartufo a stagione, la Millefoglie di Triglia affumicata su pan brioche affiancano i classici, immancabili: Tagliere dei salumi e formaggi marchigiani e Tartare con la senape di Digione. Per i primi vi consigliamo le già citate e celebrate Tagliatelle fatte a mano con il ragù tradizionale e il tartufo, gli Spaghetti artigianali biologici di Senatore Cappelli Latini con nero di seppia e moscardini, i Tortelli ripieni di mazzancolla affumicata su bisque di crostacei e burrata di Trionfi Onorati, grandi, imponenti, fatti con farina bio di tipo 1. Citazione a parte per il Risotto, varietà Rosa Marchetti, con piccione, zafferano e fave di cacao amaro. Se venite per la prima volta qui, sappiate che vince la Tagliatella. A seguire prende punti il Ciavattone ripieno di ricotta affumicata al tartufo, fritto, posto sopra una crema di topinanbur. Fra i secondi non molla il primo posto il Polpo innamorato, polpo arrostito su crema di patate con verdure croccanti di stagione. Lo tampina il Fritto misto alla marchigiana definito da noi del terzo millennio tanto è leggero e croccante. La Tagliata di zucca strizza l’occhio, gaudente, a chi ha scelto di vivere senza né pesce, né carne, né derivati. Per la Quaglia arrostita e per il Rombo a bassa temperatura vale quanto scritto per il piccione. Cottura da manuale nel pieno rispetto di consistenza, profumo e sapore. Fra le pizze è d’obbligo assaggiare quella di farina bio di grano duro con broccoli, alici di San Benedetto e burrata, con mozzarella bio e prosciutto locale, quella di multicereali con bufala, pistacchi e mortadella e con verdure di stagione aglio olio e peperoncino con formaggio Bucarello. Al momento dei dolci divertitevi con gli stecchi: melograno, arancia, fragola, pistacchio, limone, vaniglia, nocciola. Mentre Stefano starà preparando un Tortino al cioccolato con crema inglese alla vaniglia e gelato al tabacco fatto in casa, insieme allo Zabaione tiepido con crumble di biscotto al pepe nero. Berrete benissimo serviti con classe e simpatia da Luca che saprà stupirvi. Chiara conduce la sala con discreta ma ferma attenzione. Ricordando al cliente la filosofia che anima l’intero Locale mentre spiega prodotti e produttori.

Perché far visita a questo ristorante?

Si parla tanto di cucina del territorio, di cucina tradizionale rivista e alleggerita, di prodotti e produttori. La ricerca di Luca, Chiara e Stefano va oltre le mode e punta alla sostanza. Un passo indietro nella cucina di una volta fatto con i mezzi attuali e con il cuore oltre l’ostacolo. Ci vuole coraggio, professionalità e passione per proporre una Tagliatella al ragù accanto ad una Tagliata di zucca. Qui si comincia ad aprire la mente alla ‘tavolata mista’ del terzo millennio in gaudente e serena convivialità, in un Locale rustico ed elegante che profuma di storia. Qui potrete bere vini veri, biologici, etichette sconosciute. Insomma Locale di Recanati è una scoperta da fare. Per ritornare.

Chiusura: martedì e mercoledì. Aperto sempre a cena. A pranzo solo domenica e lunedì
Ampio parcheggio al di là della strada. Posti macchina di fronte e lungo la strada.


Recensione a cura di: Carla Latini


Opinioni Locale (1)

  1. Germanico

    Nel cuore di Recanati, il cuore della cucina marchigiana

    5 / 5

    Bravissimi Luca e Chiara che sono riusciti a metter su un ristorante bellissimo e dalla cucina brillante, divertente e soprattutto appagante. Piatti della tradizione si affiancano nel menù a piatti creativi e gourmet. Percorsi divertenti che meritano di essere conosciuti. Voto massimo su cucina cortesia e ambiente... non manca nulla. Davvero.

Scrivi la tua opinione per Locale

Per poter lasciare una recensione è necessario eseguire l'accesso ad Oraviaggiando.

Accedi o registrati gratuitamente


w3 Validator