Accedi o registrati

Massimiliano Poggi ristorante di Castel Maggiore

Via Lame, 65/67 - Castel Maggiore (BO)

  Chiama 051 704217

Ristoranti Raffinati, specialità non disponibile (contattare il ristorante) / (prezzo indicativo) / 2508 (visite ricevute)


  Scrivi la tua opinione

0 Opinioni Massimiliano Poggi ristorante

  • Foto Massimiliano Poggi ristorante Castel Maggiore

Recensione Massimiliano Poggi ristorante di Castel Maggiore


I gourmet extra-felsinei avevano lasciato il giovanissimo Massimiliano Poggi sulle pagine di un Gambero Rosso da collezione: datato 2002, per soggetto le 20 promesse della cucina italiana, pari merito con Massimo Bottura. Da sempre una certezza per 20 anni presso il ristorante Al Cambio di Bologna, oggi Massimiliano Poggi sta iniziando un nuovo ciclo creativo, destinato a far discutere.

Storia di Massimiliano Poggi Ristorante Castel Maggiore Trebbio di Reno (BO)


Dove Massimiliano Poggi l’abbia appresa l'arte della cucina una domanda che affonda nelle spirali del DNA. Bolognese purosangue, figlio di un infermiere e una maestra, soprattutto nipote di nonno Gino, a sua volta figlio di contadini, partigiano e garzone di pasticcerie e ristoranti, fin da bambino ha preferito le pentole ai soldatini e alle costruzioni. Tanto da iscriversi all’Alberghiero di Rimini e dare presto il via al carosello delle stagioni. “Appena maggiorenne avevo gi gestito le cucine di due ristoranti bolognesi, Brunetti e la Cambusa.

"Pensavo di essere un cuoco fatto, invece tramite un amico mi sono ritrovato al Brini con Gino Angelini e poi Vincenzo Cammerucci. In 6 mesi ho capito la differenza fra cucinare e far da mangiare, cuoco e operaio; l’importanza del mercato, i fondamenti della tecnica, il rispetto dell’alimento. Insomma stato come ricominciare da capo. Tutto ci che avevo imparato, a parte tenere in mano un coltello, era svanito. Sono rimasto fino al 1989, tranne una parentesi a Monte Carlo; poi ho lavorato al Righi di Luigi Sartini. Nel 1991 tramite un amico di famiglia mi stata offerta la possibilit di aprire il Cambio, al quale nel 2010 si aggiunto Vicolo Colombina, un locale che secondo me in citt era sempre mancato. Centrale, elegante, direi quasi ‘modaiolo’, con una cucina di tradizione appena alleggerita nei grassi e nelle cotture”.

Ambiente e atmosfera del ristorante Massimiliano Poggi di Castel Maggiore

Una sede secolare, nella storica ex Ristorante il Sole. Una casa di campagna dell’800, che mantiene inalterati il fascino e l’atmosfera dei tempi passati, i ritmi legati alla vita di campagna, gli elementi tipici delle tradizioni di una volta. Ma naturalmente con dettagli e arredi capaci di suggerire innovazione e modernit. proprio questa la sfida: mantenere e rinnovare, rispettare e cambiare.

Entrando nel locale questa dualit si trasforma in sensazioni positive, che suggeriscono eleganza, semplicit, raffinatezza non ostentata, ma naturale, spontanea. L’ampia sala mette a disposizione circa 35 coperti, che diventano 50 in estate, grazie al giardino esterno. E per chi ama le sorprese c’ una opportunit da non perdere: un priv speciale per un massimo di 8 persone, dove non ci sar mai il men.

Qui gli ospiti potranno gustare preparazioni ideate sul momento, frutto della vena creativa dello chef Poggi. Ad emergere su tutto la qualit, qualunque sia il piatto, della tradizione o rivisitato.Dove la massima qualit delle materie prime si unisce all’esperienza, alla creativit e alla passione,non ci pu che essere un‘opera d’arte.



Prenota un tavolo Massimiliano Poggi ristorante


Prenotazione presso Massimiliano Poggi ristorante. I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Data prenotazione

Orario

Ospiti

Nome *

Cognome *

Verifica anti-spam: in quale anno siamo? *

Cellulare *

E-mail *

Messaggio per il ristoratore

Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. 196/2003 e del Regolamento UE 2016/679, per le finalità necessarie alla fornitura del servizio, nell'informativa resa



Scrivi la tua opinione per Massimiliano Poggi ristorante

Per poter lasciare una recensione è necessario eseguire l'accesso ad Oraviaggiando.

Esegui l'accesso oppure registrati gratuitamente.


Non sei iscritto? Clicca qui   Hai dimenticato la password?