Accedi o registrati

Ristorante Cielo la SommitÓ di Ostuni

Via Scipione Petrarolo, 7 - 72012 Ostuni (BR)

  Chiama 0831 305925

Ristoranti Romantici, specialità cucina mediterranea rivisitata / (prezzo indicativo) / 28035 (visite ricevute)


  Scrivi la tua opinione

Leggi le 5 Opinioni Ristorante Cielo la SommitÓ

  • Foto Ristorante Cielo la SommitÓ Ostuni

Recensione Ristorante Cielo la SommitÓ di Ostuni


GiÓ in lontananza, prima di giungere al ristorante Cielo di Ostuni (Relais La SommitÓ) il profilo della CittÓ Bianca che si staglia sul vicino mare offre un colpo d'occhio meraviglioso. Ostuni domina la campagna circostante costellata di antiche masserie e domina il bellissimo mare, distante solo pochi chilometri. Il suo centro storico, costituito da bianche casette, chiese e dimore signorili, Ŕ un’affascinante dedalo di caratteristiche viuzze che si inerpicano verso la Concattedrale, sommitÓ del paese. Ed Ŕ proprio alle spalle della Concattedrale che sorge il ristorante Cielo relais La SommitÓ, oggi guidato dal giovanissimo chef Andrea Cannalire.

L'ambiente del ristorante Cielo di Ostuni

Ricavato da una storica dimora cinquecentesca, il ristorante Cielo di Ostuni si presenta con la stessa avvenenza delle lussuose masserie pugliesi, aziende agricole un tempo abitate dai proprietari terrieri che convivevano con i contadini, oggi strutture rimesse completamente a nuovo che restituiscono un magico fascino difficile da trovare altrove. Nelle stanze, forme antiche con le volte a stella chiuse all’apice da una chiave di volta, gioco di architetture che tengono in piedi tutta la struttura. I volumi generosi ospitano con eleganza elementi moderni mentre una scala scavata nella pietra ci guida verso tre antiche cisterne destinate in passato alla raccolta dell’olio, oggi dedicate alla degustazione dei vini; aprire le finestre significa rimanere incantati dalla splendida terrazza che domina la Valle d'Itria, verde vallata fitta di alberi secolari d'ulivo che diventa un tutt'uno con il mare azzurro della vicina costa.

Cosa si mangia al ristorante Cielo di Ostuni

Ostuni, come tutta la Puglia Ŕ sicuramente uno dei serbatoi culinari pi¨ importanti del nostro Paese, grazie prima di tutto alla generosa terra che regala prodotti dall'impareggiabileásapore, e grazie anche alla capacitÓ degli abitanti del luogo di custodire gelosamente ricette e "costumi"; In un contesto cosý favorevole, Andrea Cannalire non ha dovuto far altro che aggiungere senso estetico, creativitÓ e quella mano audace e al contempoámisurataáche Ŕ propria di chi ha talento. E in effetti la nostra degustazione Ŕ stata ricca di emozioni. Gli antipasti assaggiati sono stati due: Grano arso burrata gambero, lime e ciliegie piccanti (vere ciliegie marinate in olio e peperoncino) un piatto audace che racchiude in modo emblematico la capacitÓ dello chef di regalare piccole pillole di stupore giocando traáequilibrio e follia. Il secondo antipasto - un altro piccolo capolavoro di abbinamenti e tecnica - si chiama “Estate”: scampi, pesche in doppia consistenza (purea e brunoise) fois gras e "assoluto" di Estate (bon bon con cuore di scampo crudo, fois gras e rivestimento di pesca). Arrivati a dover scegliere il primo, non abbiamo avuto dubbi, abbiamo optato per la pecora nera un piatto composto da 8 fagottini di pasta, 7 di colore rosso e 1 di colore nero, la pecora nera appunto. Nei fagottini rossi rossi una farcia di stracciatella e scampi, mentre nell'unico fagottino nero ricotta e cozze nere.

I secondi degustati sono stati invece due: Cannolo salato ripieno di baccalÓ mantecato (l'avevamo giÓ degustato nella versione precedente presentato comeácono gelato rovesciato) e l'omaggio dello chef al suo mentore Matias Perdomo, la pluma di maialino, burrata e ricci di mare.

Lo Chef Andrea Cannarile Stella Michelin

Andrea Cannarile, classe '86 certo di esperienze ne aveva macinate in giro per l'Italia: dopo il diploma conseguito presso l'istituto alberghiero di Brindisi aveva lavorato al fianco di Matias Perdomo (Pont De Ferr), Fabio Baldassarre prima che lasciasse l'Unico restaurant, Silvio Battistoni (ristorante Shuman), Alberto Faccani (Ristorante Magnolia di Cesenatico), Francesco Bracali (Ristorante Bracali di Massa Marittima), Marco Parizzi (ristorante Parizzi di Parma), Antonino Canavacciuolo (Villa Crespi) e Teresa Buongiorno del ristorante GiÓ Sotto l'Arco. Strappato dalle cucine di chissÓ quale altro nome prestigioso, oggi Andrea sta restituendo al ristorante Cielo tutto il bagaglio di esperienze accumulato negli anni ma con una piccola grande virt¨ in pi¨: il suo personalissimo talento.

PerchÚ il ristorante Cielo di Ostuni merita una deviazione

Pranzare o cenare presso il ristorante Cielo di Ostuni significa concedersi un'ora di puro divertimento gastronomico: quella di Andrea Ŕ una cucina brillante, innovativa, nella quale ci si ritrova faccia a faccia con la propria parte primitiva. E' come salire sulle montagne russe: ora sapori forti, ancestrali, vibranti; ora la delicatezza che accarezza il palato. Un viaggio nel viaggio.

Giovanni Mastropasqua



Prenota un tavolo Ristorante Cielo la SommitÓ


Prenotazione presso Ristorante Cielo la SommitÓ. I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Data prenotazione

Orario

Ospiti

Nome *

Cognome *

Verifica anti-spam: in quale anno siamo? *

Cellulare *

E-mail *

Messaggio per il ristoratore

Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. 196/2003 e del Regolamento UE 2016/679, per le finalità necessarie alla fornitura del servizio, nell'informativa resa



Scrivi la tua opinione per Ristorante Cielo la SommitÓ

Per poter lasciare una recensione è necessario eseguire l'accesso ad Oraviaggiando.

Esegui l'accesso oppure registrati gratuitamente.


Non sei iscritto? Clicca qui   Hai dimenticato la password?