Accedi o registrati

Ristorante Il Folle Alchimista di Citta' della Pieve

Via G. Marconi 36 - 06062 Citta' della Pieve (PG)

  Chiama 389 573 0375

Ristoranti Raffinati, specialità Fettuccine alla castagna con crema di salsiccia e funghi porcini / (prezzo indicativo) / 5451 (visite ricevute)


  Scrivi la tua opinione

0 Opinioni Ristorante Il Folle Alchimista

  • Foto Le Mura

Recensione Ristorante Il Folle Alchimista di Citta' della Pieve a cura del nostro giornalista


Città della Pieve è un caratteristico borgo umbro adagiato su una collina che domina la Val di Chiana ed il Lago Trasimeno. Protetto dalle antiche mura del XII secolo, tra meravigliose testimonianze di architettura civile e religiosa, c’è il ristorante Il Folle Alchimista, un locale prezioso per ubicazione e per progetto di cucina, condotto con garbo e accuratezza da due giovanissimi anfitrioni: Irene e Riccardo. Riccardo è lo chef, anzi, è il Folle Alchimista: è lui che mescola, mette insieme, salda e porta in tavola piatti creativi e piatti della tradizione preparati con prodotti di eccellente qualità. Tutte le preparazioni sono espresse e realizzate nel rispetto dell’autenticità dei sapori, con l’impiego di tecniche apprese in un lungo corso di esperienze dentro e fuori dell’Italia. Paste fatte a mano, carne argentina, pesce fresco pescato, ortaggi, verdure e frutta da agricoltura biodinamica, formaggi toscani e salumi umbri. Una cantina di vini che piacciono allo Chef e che piaceranno pure a voi.

Storia del ristorante Il Folle Alchimista di Città della Pieve
“Papà con questi capelli sembri un folle!” – lo dice Anna dopo essersi rotolata nel letto con suo padre Riccardo. E’ proprio così che nasce Il Folle Alchimista, ristorante piccolo solo nelle dimensioni ma non nella capacità di accogliere. Folle ed alchimista, perché Riccardo mescola, mette insieme, salda e nel farlo cresce, matura, comprende meglio le proprietà dei cibi che cucina. Riccardo la scuola la sopporta mal volentieri come tutti gli studenti molto curiosi e pieni di idee che nella rigidità del sistema fanno fatica a sentirsi a proprio agio. Per questa ragione, dopo il Diploma alla Scuola Alberghiera, decide di fare la sua gavetta in giro per il mondo. Salisburgo, Milano, Okinawa, Tokio, Barcellona, Salamanca, e poi la Francia del Nord, prima di riprendere la strada per l’Italia che lo porterà a Ferrara. I viaggi servono ad imparare cose nuove e Riccardo le impara ma i viaggi servono anche ad imparare le persone, quelle diverse da te, come si comportano, che abitudini hanno, come vestono, come parlano, cosa pensano. E queste cose nuove che impari così come le persone che impari non possono non restarti addosso fino a dentro e mescolarsi, mettersi insieme, saldarsi con le cose tue e con la persona che sei e con il lavoro che fai. A Ferrara, Riccardo incontra Irene e con Irene trova le sue bambine, Anna ed Adele. Irene lavora nel mondo del commercio equo-solidale, condividono una profonda curiosità per le altre culture ed Irene passa a Riccardo le sue conoscenze su materie prime di eccellente qualità prodotte nel sud del mondo. A Ferrara vivono e lavorano ma il sogno di Riccardo è quello di avere un posto tutto suo, un posto dai numeri piccoli, che consenta di seguire con cura i propri ospiti, da gestire con sua moglie Irene. E così fanno la valigia, ci mettono dentro le loro quattro vite e si trasferiscono a Città della Pieve. La libertà d’espressione culinaria così conquistata non tarda a dare i suoi frutti. Riccardo realizza una cucina che s’ispira alla materia prima del territorio ma che va lontano, fin dove la porta la sua sensibilità e la sua voglia di sperimentare. Il menu è volutamente doppio, quello della tradizione e quello gourmet. La qualità della materia prima, invece, è la stessa. Paste fresche fatte in casa, pane da produzione artigianale, carni argentine e pesce fresco dai mari di casa nostra. Formaggi toscani e salumi del territorio. Ortaggi, verdura e frutta vengono acquistate da produttori locali che fanno agricoltura biodinamica. Nel menu, quindi, troverete quello che comanda la terra. I dolci sono di produzione propria, dolci classici nel gioco di accompagnamenti caldi o freddi. La cantina propone una quarantina di etichette locali, i migliori nazionali e vini francesi.

Ambiente e atmosfera del ristorante Il Folle Alchimista di Città della Pieve
Gli interni sono semplici e sobri ma capaci di trasmettere calore e familiarità. L’atmosfera rurale caratteristica delle costruzioni del borgo ben si combina con la scelta di arredi dal gusto pulito contemporaneo. Molto belle le pareti decorate con delle modanature in contrasto cromatico, le nicchie per il vino e le porzioni di muro secco a vista. L’apparecchiatura è minimal e raffinata come si conviene ad un locale che bada alla sostanza.

Cosa mangiare al ristorante Il Folle Alchimista di Città della Pieve: la nostra degustazione
La nostra degustazione è doppia, dal menu della tradizione e dal menu gourmet. Il menu della tradizione apre con un antipasto a base di crostone con prosciutto crudo di Norcia e formaggio pecorino toscano. A seguire, tortellini all’amatriciana e baccalà fritto. Il menu gourmet propone, invece, un antipasto a base di capesante al Grand Marnier con salsa agli aromi su frittella di ceci. A seguire, i tortellini dell’alchimista, ripieni di prosciutto di Norcia e di prosciutto di Parma, baccalà in farina di ceci con caramello alla senape e panna acida calda. La degustazione si conclude con mousse di mascarpone con purea calda di frutta.

Perché fare visita al ristorante Il Folle Alchimista di Città della Pieve
Il locale è pensato, realizzato e gestito perché l’esperienza del cibo sia protagonista. Il numero contenuto di posti a sedere consente di essere seguiti con cura. Su richiesta lo Chef propone cucina molecolare. Il locale perfetto dopo una passeggiata nella cittadina.

Descrizione ristorante fornita dal ristoratore

Prenota un tavolo Ristorante Il Folle Alchimista


Prenotazione presso Ristorante Il Folle Alchimista. I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Data prenotazione

Orario

Ospiti

Nome *

Cognome *

Verifica anti-spam: in quale anno siamo? *

Cellulare *

E-mail *

Messaggio per il ristoratore

Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. 196/2003 e del Regolamento UE 2016/679, per le finalità necessarie alla fornitura del servizio, nell'informativa resa



Scrivi la tua opinione per Ristorante Il Folle Alchimista

Per poter lasciare una recensione è necessario eseguire l'accesso ad Oraviaggiando.

Esegui l'accesso oppure registrati gratuitamente.


Non sei iscritto? Clicca qui   Hai dimenticato la password?