Accedi o registrati

Ristorante Spessite di Ostuni

Via Brancasi, 43 - 72017 Ostuni (Brindisi)

  Chiama 0831302866

  • ristorante Spessite ristoranti tipici ostuni

Ristoranti tipici regionali / Specialità: piatti tipici pugliesi / prezzo indicativo / 15249 (visite ricevute)


  Cucina:  
  Cortesia:  
  Ambiente:  


Recensione Ristorante Spessite di Ostuni a cura del nostro giornalista


Situato in una delle zone più storiche e affascinanti nel centro di Ostuni, il ristorante Spessite è un vero monumento della ristorazione di questa porzione di terra, famosa per le case bianco calce e per il microclima incredibilmente piacevole. Spessite nasce nel lontano '72 e l’atmosfera è quella di un luogo ricco di storia, calda e accogliente. Si possono ancora vedere i resti dell’antico frantoio sotto il locale, che i titolari - Stefano e Angela - hanno scelto di lasciare visibili sotto la pavimentazione. Qui sono passati i più grandi personaggi dello spettacolo. Oggi - come un tempo – il ristorante Spessite si presenta come uno dei più veri e tipici ristoranti della città, capace di stupire con piatti semplici e materie prime straordinarie tutte provenienti dalle vicine campagne.

Ambiente e atmosfera: che aria si respira nel ristorante spessite di Ostuni
Nelle vie del centro storico di Ostuni, passeggiare tra le case imbiancate a calce è un piacere indescrivibile: i piccoli negozi sono tutti incredibilmente diversi tra loro, gli abitanti sono simpatici e affabili e la brezza marina non fa fatica ad arrampicarsi sulla vicina collina restituendo il meritato refrigerio a tutti coloro che salgono e scendono per le vie della città. E proprio nel centro storico, vicino alla Cattedrale costruita sul colle più alto della città, troviamo finalmente il ristorante Spessite. Ad accoglierci all’ingresso c’è Angela, che si occupa della sala, e Stefano - suo marito - chef e titolare del locale. Entrando avvertiamo subito un’atmosfera calda e accogliente, un clima familiare favorito anche dai tanti oggetti antichi che richiamano alla memoria momenti della nostra infanzia. Chiediamo a Stefano di raccontarci la storia del ristorante, ma soprattutto la storia e la provenienza degli oggetti conservati con così tanta cura, quasi fossero delle reliquie sacre e lui con un sorriso ci accontenta.

Il locale è nato da un vecchio frantoio ipogeo del 700, dove si produceva l’olio d’oliva. Queste sono le vasche di decantazione, le macine e altri particolari che abbiamo scelto di tenere, si possono vedere entrando nel ristorante dalla pavimentazione trasparente. Abbiamo lasciato questi oggetti bene in vista perché sono un pezzo di storia dello Spessite, vale la pena metterli in risalto”.

E la scelta è azzeccata, in linea con lo stile degli interni. Le pareti sono in pietra e sorreggono le volte a botte che contribuiscono a creare un ambiente ospitale, reso ancora più casalingo dalla serie di chincaglierie tipiche appese alle pareti. Stefano ci spiega che la forza del ristorante Spessite, oltre ai piatti, è proprio l’ospitalità “Accogliamo i clienti come se entrassero a casa nostra, Angela in questo è bravissima, riesce a mettere a proprio agio le persone ed è molto vicina al cliente.”

Il ristorante Spessite ospita circa cinquanta coperti, l’arredamento è rustico ma piacevole. I tavoli sono in legno apparecchiati con tovaglie blu e bianche quasi a riprendere i colori del cielo. Sembra davvero di essere a casa di Stefano e Angela. C’è da andare fieri del locale, che è il più antico di Ostuni come ci ricorda Stefano Questo è il primo ristorante di Ostuni, tutti gli altri sono nati a partire dagli anni ottanta. Quello che lo differenzia dagli altri ristoranti è che qui cerco di mantenere la tradizione degli inizi: i piatti sono rimasti gli stessi, li facciamo tutto l’anno. Ci sono clienti storici che sono tornati anche dopo 40 anni con la voglia di rivivere i sapori di allora e noi li accontentiamo, mantenendo una continuità nel tempo. Il menù, infatti, è pensato proprio per queste esigenze, faccio poche variazioni nei piatti e sono sempre richiesti. Qui è come vivere in un tempo sospeso…”

Ma non sono solo i clienti fedeli a tornare al ristorante Spessite, qua di gente ne è passata nel corso degli anni, “anche personaggi famosi – continua il suo racconto Stefano - abbiamo una bacheca con delle foto dove ci sono la maggior parte dei personaggi che sono passati e una tela con le loro firme. Parlo di personaggi come Mike Buongiorno, Pippo Baudo, Max Gazzé, Biagio Antonacci. I cantanti e i musicisti, poi, si intrattengono spesso a suon di musica; abbiamo un pianoforte a coda in sala ed è capitato che suonassero insieme qualche pezzo, coinvolgendo gli ospiti del ristorante.”

La cucina e i piatti del ristorante Spessite
La passione di Stefano per la cucina nasce molti anni fa, quando da giovane ha iniziato a servire proprio allo Spessite come cameriere. Negli anni questa passione è cresciuta fino a che, nel 2003 insieme al fratello, rileva il ristorante e passa alla cucina diventando il cuoco.

Decide di non stravolgerne la tradizione culinaria e lascia un menù semplice e tradizionale, con specialità ostunesi, rivisitando qualche piatto tipico con creatività, come le orecchiette terra e mare, una sua creazione che ha come ingredienti cime di rape e vongole, un modo alternativo di accostare i paesaggi del posto ai sapori tipici.

Il menù è vario, ma la maggior parte dei piatti sono a base di carne, anche se Stefano prepara anche piatti di pesce su ordinazione per accontentare tutte le richieste. Le materie prime provengono dalla zona circostante e la pasta fresca è preparata da un pastificio di Ostuni.

Stefano ci tiene a sottolineare che utilizza solo verdure di stagione e tagli di carne semplici come agnello, salsiccia, capocollo, bombette. Anche i vini sono locali e provengono da cantine pugliesi come Cantine Due Palme e Cantina Biancardi, mentre l’olio lo producono in casa e all’occorrenza si servono da un frantoio di Ostuni.


Al ristorante si organizzano compleanni, comunioni, cresime e anche matrimoni. Ma non solo, mi spiega Stefano “lo Spessite collabora anche con agenzie di viaggio, organizzando pacchetti per i turisti con menù dedicati a seconda delle esigenze e dei tempi che hanno a disposizione. Il menu viene stabilito anche mesi prima, ad esempio per settembre ho gruppi prenotati già da gennaio.”

Si avvicina l’ora di cena e il locale inizia a riempirsi, ci sono molte famiglie e turisti, che sono la clientela tipo del ristorante. Nella convivialità della serata tra un racconto e l’altro iniziamo a sentire un certo languorino, anche perché dalla cucina arriva un profumo invitante.

Chiediamo al titolare di consigliarci un menù degustazione per poterci fare un’idea dei piatti. Come antipasto ci propone bruschette con salsa al pomodoro, origano, sale, olio, aglio e ricotta forte accompagnate da verdure grigliate di stagione e purè di fave con formaggi locali, come la giuncata fresca mozzarelline. Il primo piatto è un classico della tradizione: orecchiette fresche con cime di rapa o, in alternativa nel periodo estivo, orecchiette alla crudaiola con pomodoro, cetriolo, basilico, olio e una spolverata di formaggio ricotta. Anche il secondo piatto è tipico della zona e sono i classici involtini al sugo. Per finire in dolcezza assaggiamo i taralli zuccherati con le mandorle e lo zuccotto, un dolce tipico preparato con pan di Spagna e gelato da scegliere al gusto di nocciola, crema o fichi.

Dopo cena prepariamo l’itinerario per il giorno dopo e chiediamo a Stefano di consigliarci altri luoghi da visitare nei dintorni. La scelta è vasta, per chi è amante della storia c’è da visitare il museo di “Civiltà pre-classiche della Murgia meridionale” dove è conservato lo scheletro della donna più antica del mondo, ma basta anche una visita alla città stessa che ospita la Cattedrale e i portali barocchi per restare a bocca aperta. Per chi, invece preferisce immergersi nella natura, ci sono diverse attrazioni nei dintorni come le Grotte di Castellana, il Parco Dune Costiere, o Marina di Ostuni con chilometri di alberi secolari, dove si possono visitare le aziende in mezzo agli ulivi.

Il ristorante Spessite è aperto tutto l’anno e nel periodo invernale il giorno di chiusura è il mercoledì. Da giugno a settembre troverete Stefano e Angela ad aspettarvi tutti i giorni, a pranzo dalle 12 e 30 alle 14 e 30 e a cena dalle 19 e 30 alle 23.

Menu e prezzi del Ristorante Spessite Ostuni


Siamo spiacenti, informazioni non ancora disponibili.

Eventi vicino Ristorante Spessite


Siamo spiacenti, informazioni non ancora disponibili.

Video Ristorante Spessite


Siamo spiacenti, informazioni non ancora disponibili.

Mappa dove siamo


Prenota un tavolo Ristorante Spessite


Prenotazione presso Ristorante Spessite. I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Data prenotazione

Orario

Ospiti

Nome *

Cognome *

Verifica anti-spam: in quale anno siamo? *

Cellulare *

E-mail *

Messaggio per il ristoratore

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali, ai sensi del D.lgs. 196 del 30 giugno 2003

(leggi in basso le condizioni del servizio sconti e prenotazione presso il ristorante)

  Scrivi la tua opinione

2 Commenti

  1. Giovanni Mastropasqua

    Se avete voglia di sentire i veri sapori della cucina locale consiglio di provare il ristorante Spessite. La cucina semplice e le ricette originali vi faranno sentire i profumi autentici di una delle più apprezzate città della Puglia. Grazie Angela, grazie Stefano!

  2. Utente anonimo

    Ho cenato lo scorso anno da quando è cambiata la gestione. Sono rimasto soddisfatto dalla cortesia dei titolari. Il pesce era fresco (proveniente da Torre Guaceto). Da ritornarci.

Scrivi la tua opinione

Per poter lasciare una recensione è necessario eseguire l'accesso ad Oraviaggiando.

Esegui l'accesso oppure registrati gratuitamente.


 Accedi o registrati con Facebook   Iscriviti gratis   Password smarrita?