Cerca un ristorante

Effettua una ricerca su tutto il nostro database ristoranti.

Ristorante Da Ferri di Vasto

(0)
  • 15980 visualizzazioni
  • Ristoranti tipici regionali
  • Specialità: n.d.
Ristorante non verificato

Ristorante Da Ferri di Vasto: ecco cosa scrivono i nostri segnalatori

La finestra sul porto. Così è scritto sul menu e così è davvero. Il porto è quello di Vasto e la finestra dalla quale se ne scorge buona parte è quella di “casa” Ferri.  Sì, perché l’aria che si respira in questo ristorante è quella della vecchia trattoria marinara a gestione familiare, nonostante ora sia decisamente più elegante dopo la ristrutturazione.Si può mangiare all’interno o nella veranda e la vista spazia su questo scorcio di Adriatico, a sud dell’Abruzzo, all’ombra del faro e non lontano dalla suggestiva riserva naturale di Punta Aderci, uno degli habitat marini più incontaminati e suggestivi. Ad avviarlo, oltre quarant’anni fa, furono i genitori di Italo Ferri, entrambi recentemente scomparsi a pochi mesi di distanza, una coppia nella vita e nel lavoro che ha fatto di questo luogo un riferimento, un approdo sicuro, vista l’ubicazione, per la buona tavola di pesce. La tradizione oggi continua con Italo in cucina e con la moglie Patrizia che governa la sala e uno staff tutto al femminile per un servizio gentile, veloce e informale. Qui si viene per gustare soprattutto il brodetto, uno dei piatti simbolo e più discussi della cucina del Mediterraneo e dell’Adriatico. Una preparazione che, come è noto, assume connotazioni diverse di porto in porto, che diventano più evidenti tra alcune città delle Marche e dell’Abruzzo, svelando insospettabili quanto simpatiche faziosità, guerre di confine e di bontà, da Fano a Senigallia, da San Benedetto a Pescara fino ad arrivare a Vasto, che rappresenta il confine sudorientale di questa disfida, senza scomodare la bouillabaisse di Marsiglia o il cacciucco tra Livorno e Viareggio. Il brodetto vastese dunque, anzi per stare nel dialetto locale, lu vrudatt’ a la vastarol’ è il piatto forte di questo locale, ma è doveroso raccontare di un menu vario che spazia nelle tipiche preparazioni marinare locali e che è davvero un peccato non assaggiare: allora consigliamo di tornare da Ferri una seconda volta e completare un percorso le cui preparazioni si possono ammirare grazie alle telecamere posizionate in cucina che proiettano in un grande schermo posizionato al centro della sala. Oltre al brodetto, una rassegna di antipasti crudi e cotti nella quale, a seconda della stagione e del pescato, può trovare posto l’insalata di scampi e calamaretti; il polpo bollito; le alici in scapece e il carpaccio di gallinella, il coccio di vongole al cartoccio in crosta di pane, le melanzane alla parmigiana di pesce e le sogliolette in guazzetto. Oltre ai classici paccheri all’astice, ci sono soluzioni più territoriali come la chitarra ai frutti di mare, i cavatelli al sugo di pesce o i tubetti cotti in brodo e, tra i secondi, la rana pescatrice in guazzetto di patate; panocchie e bietola; seppie e peperoni; la frittura di paranza o l’arrosto misto, per poi chiudere il pasto con delicati dessert al cucchiaio. Interessante, infine, anche il capitolo dei vini, con una buona gamma di etichette abruzzesi e un’utile selezione di champagne, e di spumanti e bianchi nazionali, per tutte le tasche.


Scrivi la tua opinione per Ristorante Da Ferri

Per poter lasciare una recensione è necessario eseguire l'accesso ad Oraviaggiando.

Accedi o registrati gratuitamente


w3 Validator