Cerca un ristorante

Effettua una ricerca su tutto il nostro database ristoranti.

Il Vecchio Gazebo di Molfetta

(0)
  • 79 visualizzazioni
  • Pizzerie
  • Specialità: n.d.
Ristorante verificato

Recensione Il Vecchio Gazebo di Molfetta a cura del nostro giornalista

Il Vecchio Gazebo di Molfetta è un locale che consigliamo a tutti coloro che sono alla ricerca di una pizzeria di assoluta eccellenza ma che non vogliono rinunciare ad una ristorazione semplice e varia. Grande scelta di antipasti, primi piatti semplici e gustosi di tradizione e non, grigliate di carne e pesce, dessert curati e sfiziosi, ma anche e soprattutto pizze di grande qualità, che associano impasti alternativi a ingredienti del territorio, non tralasciando l’aspetto della digeribilità con lievitazioni lunghe e adeguate cotture. Un luogo dove rilassarsi gustando le loro specialità e sorseggiando un bel bicchiere di birra artigianale, in un’atmosfera accogliente e un ambiente curato.

Storia e identità del ristorante pizzeria Gazebo di Molfetta

Il Vecchio Gazebo nasce a Molfetta nel 1992, poi nel 2001 si affianca nella gestione Giuseppe Petruzzella, attualmente unico titolare, che porta nella società una ventata di professionalità, curando in particolare la sala, con grande competenza e dando grande importanza al valore dell’accoglienza. Ed è proprio l’accoglienza uno dei punti di forza del Vecchio Gazebo, che, nel 2009, fa un’ulteriore salto di qualità entrando a far parte dell’Associazione Pizzaioli Professionisti, organismo che, in Puglia, sta facendo un gran lavoro di ricerca su impasti alternativi e sull’utilizzo del lievito madre,  spingendo i propri associati a realizzare prodotti altamente digeribili e gustosi, con lievitazioni che vanno da un minimo di 12 fino a un massimo di 48 ore, associando cotture più lunghe a temperature più basse, dai 300 ai 360° contro i 485° della pizza napoletana.

Ultimo passaggio, poi, nel 2013, una ristrutturazione radicale dei locali che, insieme a tutto il resto, fa del Vecchio Gazebo – senza tema di smentita -  una  tra le pizzerie più eleganti e sobrie di Puglia. 

Ambiente e atmosfera ristorante pizzeria Gazebo di Molfetta

Nel 2013 – come detto poc’anzi -  il Vecchio Gazebo è stato completamente ristrutturato, privilegiando toni chiari per dare freschezza e modernità all’ambiente.  Le pareti, rigorosamente bianche, si armonizzano con il rovere chiaro dei mobili restituendo una sensazione di sobrietà e ordine che rilassa la vista e ben predispone a quella che sarà, poi, la cucina.

In estate, inoltre, primavera e autunno si ha la possibilità di cenare all'aperto in una zona che affaccia sulla strada antistante, molto tranquilla, gradevolmente attrezzata con fioriere e ombrelloni. 

La cucina del Vecchio Gazebo: la nostra degustazione

Il Vecchio Gazebo è un ristorante dove poter gustare piatti sobri e ben presentati, realizzati con ingredienti di qualità assoluta, con una scelta che varia dalla tradizione più rigorosa ad una moderata creatività. Tra i primi piatti proposti, cucinati con bravura da Rosa Carione, particolarmente degni di nota sono le Orecchiette con cime di rapa, scampi crudi e la loro bisque, le Linguine di Gragnano alla Carbonara con tartare di tonno e i Tortelli di burrata su passatina di datterino rosso e capocollo di Martina Franca croccante

La proposta di secondi piatti è semplicissima e improntata sulla qualità della materia prima, con grigliate di pesce locale acquistato fresco oppure di carni pregiate.  Anche i dessert sono tutti di produzione propria e davvero sfiziosi, realizzati da Anna Antonino, come la Cheese cake al contrario con la base biscotto sbriciolata in superficie e la possibilità di arricchire il tutto con salsine a parte di caramello salato, vincotto o frutti di bosco, oppure il Tiramisù preparato nel bicchiere, ma è possibile anche orientarsi su classici della gelateria artigianale locale, come il Quartino di Molfetta, a base di crema, nocciola e cioccolato e il Moretto a base di vaniglia e cioccolato. Gli antipasti, classico preludio alla pizza, sono molto vari e vanno dalla classica Insalata di mare al Polpo patate e bacon  ai Carpacci di pesce fresco marinato, con possibilità di degustare anche frutti di mare crudi, ma solo se ordinati preventivamente. Alternativa per chi vuole stare leggero con gusto è la possibilità di comporre ottime insalate fatte con prodotti locali e di stagione di ottima qualità, condite con la selezione di oli di pregio che il Vecchio Gazebo mette a disposizione.  

Nella preparazione della pizza, di cui si occupa il bravissimo Sharoxan De Leo, Sharuk per gli amici, il Vecchio Gazebo si esprime a livelli di eccellenza assoluta, rientrando senza alcun dubbio nel novero delle migliori pizzerie d'Italia, e offrendo una vasta scelta di impasti ottenuti con farine alternative a basso tenore glicemico, come canapa sativa, grano saraceno, Senatore Cappelli, amaranto, quinoa, multicereali, khorasan, farro e orzo. La scelta è veramente molto ampia, considerando anche la linea 100% Puglia caratterizzata da impasti al grano arso, alla semola di grano duro Senatore Cappelli, alla farina di ceci neri della Murgia, oppure arricchiti con zucca o vincotto, che accolgono condimenti di alta qualità come salsa di pomodoro salentino raccolto a mano, lampascioni, carciofi, friggitelli, capocollo di Martina Franca, burrata, mandorle, funghi cardoncelli, tartufo murgiano, pomodori Regina di Torre Canne, gamberi di Gallipoli, sponsali (cipolle porraie), cipolle di Acquaviva delle Fonti, ricotta forte. Richiestissimo è il “Cicce ‘nderre”(letteralmente “ciccio in terra”), un semplice disco d’impasto cotto senza alcun condimento sul pavimento del forno e poi servito insieme ai salumi, oppure completato con il pric o prac, conserva tipica molfettese a base di peperoni e aceto. Il ciccio può essere anche utilizzato come accompagnamento a taglieri di ottimi formaggi e/o di carni cotte a bassa temperatura, ottima e morbida alternativa ai tradizionali salumi.

Sono molto apprezzate anche le interpretazioni gourmet, come la Pizza con crema di ricotta, mozzarella, fichi secchi in inverno e fichi freschi d’estate, capocollo di Martina Franca e mandorle di Toritto, oppure quella con i lampascioni fritti, la mortadella tagliata “alla barese” e il vincotto di fichi.

Semplici ma ricchissime di gusto, la pizza di farina di ceci neri con mozzarella di bufala affumicata, pomodori infornati, peperoni friggitelli e guanciale o la pizza condita con il ragù e la sua “brasciola” di cavallo, tipico piatto domenicale barese con cui solitamente si condiscono le orecchiette, ma che, in questo caso, diventa una gustosa rivisitazione della tradizione.

Fondamentale, inoltre, la proposta di pizze senza glutine che permettono ai celiaci di sentirsi davvero coccolati, e preparate seguendo, come previsto, una linea di lavorazione dedicata, con cottura in un forno diverso per scongiurare il rischio di contaminazioni.

Il Vecchio Gazebo offre, inoltre, un vasto assortimento di birre artigianali pugliesi e nazionali, una discreta scelta di vini, in prevalenza pugliesi e la possibilità di chiudere il pasto con distillati di grande qualità.

Il giorno di chiusura è il mercoledì, mentre la domenica a pranzo apre solo su prenotazione.

Vicino al Vecchio Gazebo: cosa visitare nei dintorni

Dal Vecchio Gazebo è agevole raggiungere, a piedi, la parte antica della città, il Porto, e, in zona, il Duomo Vecchio e la Cattedrale di Santa Maria Assunta.


Foto Giornalista Sandro Romano Recensione a cura di:
Sandro Romano

Giornalista

Puglia


Scrivi la tua opinione per Il Vecchio Gazebo

Per poter lasciare una recensione è necessario eseguire l'accesso ad Oraviaggiando.

Accedi o registrati gratuitamente


w3 Validator