Cerca un ristorante

Effettua una ricerca su tutto il nostro database ristoranti.

La Terrazza Sul Mare di Siracusa

(0)
  • 14665 visualizzazioni
  • Migliori Ristoranti
  • Specialità: Cucina tradizionale rivisitata
Ristorante non verificato

La Terrazza Sul Mare di Siracusa: ecco cosa scrivono i nostri segnalatori

Il ristorante La Terrazza sul Mare di Siracusa è probabilmente il più vero e intimo estratto della magia di questa fantastica porzione di terra siciliana. Ci troviamo nell'isolotto di Ortigia, antico centro abitato che costituisce la parte più antica della città di Siracusa. “Dove si trova il ristorante La Terrazza sul Mare?” chiediamo ad un passante. Questi alzando gli occhi al cielo ci indica il 3° piano del Grand'Hotel Ortigia, albergo 5 stelle costruito alla fine dell'800 e completamente ristrutturato nel 1995. Qui di fronte all'ingresso le barche attendono i turisti per le escursioni intorno all'isola, ma noi saliamo impazienti su in terrazza per conoscere personalmente colui che dallo scorso novembre 2014 ha preso in mano le redini di questo ristorante sul mare.

Maurizio Urso, uno degli chef più interessanti del panorama enogastronomico italiano
La cucina di Maurizio Urso è sorprendente perché recupera il patrimonio enogastronomico della sua terra attraverso esasperate ricerche nella storia; Il fine ultimo è consegnare al presente piatti nuovi ma veri, che si nutrono del passato ma che possono essere consegnati al futuro senza temere il tempo. In questa dimensione temporale non abbiamo trovato contrasti ma piuttosto armonie di cose che finiscono per legarsi tra loro in un tutt’uno che è esperienza del piacere. “E dire che da ragazzo non amavo la storia” ci dice sorridendo Maurizio “mentre oggi sono un'instancabile ricercatore di piatti dimenticati”. Merito di una crescita interiore che pian piano il tempo ti dispensa, ma anche merito dei suoi veri maestri: Gualtiero Marchesi, Sergio Mei, Gianfranco Vissani... sono loro che consolidano quel talento e lo alimentano nella direzione da seguire: conoscenza della materia prima e del territorio. Degli ingredienti che utilizza, Maurizio non ne conosce soltanto la provenienza, ma ne conosce anche la storia, le proprietà, ne celebra il valore sociale e culturale perché la materia prima ed il territorio che la produce esprimono quell’insieme di usi e tradizioni che fanno parte di quella che chiamiamo cultura locale.

Ambiente e atmosfera del ristorante La Terrazza sul Mare di Siracusa
Per arrivare a dare ad un ristorante il nome esplicito “La Terrazza sul Mare” significa che c'è poco altro da inventarsi per descrivere l'aria che si respira in questo luogo. Potremmo descrivere le belle lampade blu-notte posizionate sulle spalliere dei divanetti che abbracciano i tavoli così come potremmo descrivere l'elegante mise en place, le comode sedie o le nuove travi in legno che sorreggono il tetto, ma qui – come è possibile apprezzare anche dalle foto – il mare, il sole, il paesaggio e i colori che si godono dal terrazzo tolgono il fiato e tutti i possibili aggettivi che comunque la struttura meriterebbe. La colazione o la cena al ristorante La Terrazza sul Mare è un'emozione che potrebbe rimanere fine a se stessa, ma poi arrivano i piatti e insieme a questi arriva il personale di sala e ti accorgi che un ristorante di questa portata non verrà facilmente dimenticato.

Cosa si mangia a La Terrazza sul Mare: la nostra degustazione
La cucina di Maurizio Urso è una cucina di tradizione e di rivisitazione, mette insieme il passato ed il presente di una terra magnifica tanto che potremmo definire la sua come una vera e propria archeologia alimentare. Il reperto, in questo caso, l’ingrediente, il sapore ritrovato, incontra le moderne preparazioni e nasce a nuova vita. Non ci sorprende, dunque, che gli ingredienti utilizzati in cucina siano ingredienti di eccellente qualità che vengono trasformati in “risorsa”, il pescato fresco del giorno rispettato nel suo sapore naturale, nessuna cottura violenta, le carni provenienti da allevamenti di razze autoctone, la modicana ed un incrocio sempre autoctono tra Chevrolet e Limousine, i salumi ed i formaggi provenienti da piccole produzioni artigianali, gli ortaggi, la verdura e la frutta da produzioni locali di cui è possibile il controllo di filiera, le paste fatte in casa con grani autoctoni, tumminia e maiorca, e grano arso pugliese, la panificazione artigianale. E non ci sorprende neppure che la cucina proponga un menù vivo e febbrile che si arricchisce ogni giorno di nuovi ingressi che rispettano la stagionalità delle coltivazioni. La cantina onora la stessa filosofia di cucina, produzioni vitivinicole di qualità, piccoli produttori, bottiglie gioiello, e le migliori etichette dei classici nazionali più apprezzati. Una ricerca continua, dunque, che scopre il qui e l’altrove, la Sicilia ed il Nord Africa ed il Nord Europa ed i paesi arabi, per scoprire ed arricchire, portare sé e riportare l’altro.

Ecco l'elenco dei piatti che abbiamo degustano nei due giorni di permanenza in questo ristorante di Ortigia: Risotto all'arancia spada affumicato con foglia di alloro, verdello siracusano e lime, spaghetti ai ricci marinati con olio tonda iblea aglio orsino e pepe lungo, stracotto di guanciola di vitella su schiacciata di patate, tartare di baccalà con finocchietto, arancia e cipollotto, canditi di arancia e salsa di lampone, tonno scottato al finocchietto falda di pomodoro candita e tortino di cereali, uovo nel raviolo con ricotta di modica in cornice di mousse di broccoletti siciliani, chicche di patate al nero di seppia e zafferano con ragù di rana pescatrice su passata di peperone, emulsione di piselli con gambero di Mazara marinato all'arancia e bastoncini di formaggio piacintinu ennese con cialda di pane di lentini, gambero bardato al lardo di buccheri e rosmarino su passata di patate siracusane, gambero di Mazzara marinato al verdello e peperoncino su mousse di formaggi uova di salmone e granita di arancia con croccante di foglia di fichi d'india, maltagliati con nero di seppia favette ciliegino e tagliatella di seppiolina, petali di triglia con cuore di mirepoix di ortaggi, all'acqua di pomodoro e mollica di pane abbrustolita alla siracusana, risotto al finocchietto selvatico e ragu di sciabola allo zafferano siculo, battuto di scampo marinato all'extravergine di oliva dei monti iblei germogli selvatici gelato di mozzarella di bufala e marmellata di arancia, benvenuta primavera corona croccante di pane al latte mandorla gambero trotella del manghise taccole asparagi selvatici uovo di quaglia uovo di salmone ikura su maionaise al curry, bistecca di cuore di bue pomodoro con involtino di pesce bandiera con panure morbida all'arancia e sgombro piastrato, cernia arrostita in padella con la sua matelotte e ortaggi scottati e per finire... Cannolo aperto con salsa di cioccolato.

Cos'altro aggiungere? che vale una deviazione!


Scrivi la tua opinione per La Terrazza Sul Mare

Per poter lasciare una recensione è necessario eseguire l'accesso ad Oraviaggiando.

Accedi o registrati gratuitamente


w3 Validator