Cerca un ristorante

Effettua una ricerca su tutto il nostro database ristoranti.

Lo Chalet dei Gourmet di San Giovanni Rotondo

(0)
  • 67 visualizzazioni
  • Migliori Ristoranti
  • Specialità: n.d.
Ristorante verificato

Recensione Lo Chalet dei Gourmet di San Giovanni Rotondo a cura del nostro giornalista

Lo Chalet dei Gourmet a San Giovanni Rotondo è un ristorante pizzeria che merita di essere scoperto per la sua cucina raffinata, l'eccellente selezione di vini e l'atmosfera elegante e accogliente. Situato nei pressi del Santuario di San Pio, questo locale offre un'esperienza gastronomica di alto livello, che combina cucina gourmet, accoglienza impeccabile e una carta dei vini straordinaria. Nel menù del ristorante troverete piatti curati sia nel gusto sia nell'estetica, con un'attenzione particolare ai prodotti di pregio come caviale, tartufo bianco, ostriche, crudité e pesce fresco da cucinare al momento. Interessante anche la selezione di pizze, alle quali è stato dedicato un capitolo a sé.

Lo Chalet dei Gourmet è il luogo ideale per chi cerca un posto sicuro in cui fermarsi, grazie anche alle comprovate competenze del patron Giuseppe Sollazzo, un professionista capace di farvi sentire a casa in modo sincero e spontaneo.

Il ristorante è aperto tutti i giorni solo a cena, con turno di riposo la domenica.

Storia del ristorante Lo Chalet dei Gourmet di San Giovanni Rotondo

Il ristorante, nato nel 1992 nelle vicinanze del Santuario, inizialmente offriva una ristorazione di stampo turistico. Nel 2011 la svolta. Giuseppe decide di prendere in mano le redini del locale, trasformandolo in un ristorante di classe dalla cucina gourmet basata su prodotti di alto livello e accompagnata da ottimi vini pregiati provenienti da tutto il mondo. Sin dai primi anni allo Chalet dei Gourmet si sono organizzati eventi con importanti maison di Champagne e aziende vinicole di prestigio, come l'evento “Bollinger” con la super ospite Natalia Bush o come l'ultimo recente pranzo con il quale Ornellaia ha presentato la nuova annata in anteprima mondiale. Giuseppe Sollazzo, ci fa piacere sottolinearlo, ha il merito non solo di essere un ottimo “padrone di casa” ma anche un professionista certificato sommelier A.I.S., un Assaggiatore O.N.A.V. e un preparato formatore presso l'I.T.C.A. di San Giovanni Rotondo.

Ambiente e atmosfera del ristorante Lo Chalet dei Gourmet

Varcata la soglia si viene rapiti dalle vetrine della cantina climatizzata, zeppa di bottiglie di altissimo livello e chicche italiane e francesi, anche champagne di prestigiose maison. Lasciandosi alle spalle questa “visione” si entra nella prima lunga sala dotata di grandi vetrate che donano luminosità all'ambiente con soffitti e pareti bianche e pavimento color cuoio. Sul lato destro una vetrina con alcune bellissime Uova Fabergè della collezione di Vodka Imperial, sul modello di quelle che facevano realizzare gli zar di Russia. Nell'altra sala, che si apre sulla destra rispetto a questa e ospita il fornitissimo bar, il banco e il forno della pizzeria, altre vetrine illuminate contengono distillati e grappe in preziose bottiglie artistiche di vetro soffiato. L'illuminazione è fatta da lampadine d'arredo a goccia che scendono dal soffitto direttamente sui tavoli emanando una luce calda che dona atmosfera e evidenzia la mise en place classica con tovagliato bianco.


Importante evidenziare, per non confondersi, che al piano di sotto rispetto allo Chalet dei Gourmet c'è il ristorante della famiglia Sollazzo, lo Chalet del Gargano gestito dai fratelli di Giuseppe, che fa una ristorazione tradizionale con un servizio più informale. Quest'ultimo locale non abbiamo avuto occasione di testarlo, pertanto non siamo in grado di presentarvelo nel dettaglio.

Il menù del ristorante Lo Chalet dei Gourmet

La cucina dello Chalet dei Gourmet è nelle mani di Michele Prencipe e Salvatore Impagliatello, che condividono le nuove idee e i piatti del menù con Giuseppe Sollazzo, che si occupa della scelta delle importanti materie prime. Si tratta di una cucina raffinata e molto curata, che negli anni si è evoluta ed è sempre più attenta alle esigenze e richieste dell'affezionata e selezionata clientela. Infatti, si può affermare, senza tema di smentita, che le caratteristiche de Lo Chalet dei Gourmet siano principalmente 3:

  1. la grande scelta di prodotti di altissima qualità come i caviali Siberian, Oscetra, Da Vinci, Tradition Prestige e il migliore in assoluto, il Beluga; il tartufo bianco pregiato di Alba in pepite mai inferiori ai 100 grammi; gli scamponi reali Porcopine dall'Irlanda; le ostriche Gillardeau, Dominique, Ancelin, Cadoret, Belon du Belon che, nelle loro migliori stagioni, vengono proposte in tre tipi per volta; percebes, aragoste, astici, cicale greche, king crab, frutti di mare e pesce bianco di prima scelta; prosciutto crudo di Cinta Senese. Tutto ciò che nel Mondo è di pregio, qui lo trovate

  2. la capacità di preparare piatti curati soprattutto nel gusto, rispettando la grande materia prima, ma anche nella ricercata estetica

  3. la cantina, che qui è davvero straordinaria, anzi unica.. Circa 1480 sono le etichette per 45.000 bottiglie, molte pregiate e persino pregiatissime.

     

La nostra degustazione è partita con uno spettacolare Plateau Royale composto da scamponi reali Porcopine dall'Irlanda, gamberi blu della Nuova Caledonia, mandorle di mare, noci bianche reali, fasolari, ostriche Anseline e Cadoret dalla Bretagna, tagliatelle di seppia, carpacci di ricciola giapponese Hamaki, di ombrina e di salmone fresco, che arriva intero e viene lavorato nel ristorante, abbattendolo dopo averlo eviscerato, poi messo in marinatura con sale delle Hawaii e vodka liscia. Per questo inizio con accompagnamento di Champagne Palmer & Co Brut Reserve si può parlare tranquillamente di goduria allo stato puro che prosegue con l'Astice alla catalana rivisitato dallo chef, interessante interpretazione, raffinata nella moderna presentazione ma con i sapori della classica ricetta facilmente riconoscibili.

A seguire il Polpo cotto a bassa temperatura e il Calamaro verace Puglia, scottato alla brace e ripieno di stracciatella di Andria e pomodorino giallo di Zapponeta semi dry con crema di zucchina.

Il Baccalà croccante su crema di patate e confettura di peperoncino, è stata un'altra dimostrazione di come si può valorizzare una materia prima di qualità senza stravolgerla.

Sfiziosi gli Spaghettoni quadrati pastificio Mancini con polpa di riccio, tartare di gambero locale e zeste di limone.

Ma lo Chalet dei Gourmet non è solo mare, anche i migliori prodotti della terra sono trattati con rispetto e valorizzati da cotture mirate e abbinamenti interessanti. Goloso il Filetto di manzo d'autunno, con porcini, tartufo bianco pregiato e fonduta di caciocavallo e inusuale ma molto centrato il Maialino nero laccato al miele in salsa Teriyaky.

E la pizza? L'abbiamo provata per voi!

A volte si tende a generalizzare sostenendo che, se si fa anche la pizza, non si può parlare di eccellenza, quasi che la qualità venga sminuita dalla possibilità di sedersi anche solo per quello. E invece no, non siamo d'accordo, perché qui le pizze che escono dalle mani del pizzaiolo Matteo Scuro sono davvero buone e, anche in quel cerchio di pasta lievitata con pazienza e maestria, gli ingredienti sono selezionati con grande attenzione. Ve ne accorgete anche limitandovi ad una semplice Margherita, perché mozzarella, salsa di pomodoro e olio extravergine sono straordinari. Ma ovviamente la scelta non si limita alle pizze classiche, c'è la possibilità di scegliere tra le varie proposte gourmet e divertirsi, come spesso accade, ad abbinarci vini di qualità e persino champagne. 

La prima che abbiamo voluto provare è stata proprio la Margherita: al primo morso è stata un'esplosione di gusto, con l'olio di Peranzana, usato a crudo in uscita, coprotagonista assoluto degli ingredienti classici, e, scelta tra quelle gourmet, la Miseria e Nobiltà, con impasto idratato al 75%, base aglio e olio con datterini gialli e rossi semidry, prezzemolo, gamberi scottati e confettura di peperoncino.

Per dessert abbiamo molto apprezzato il Cremoso allo zafferano su frolla montata al cacao, ganache di cioccolato al latte e ribes e la vellutata Mousse alla nocciola, glassa specchiata al cioccolato al latte e crumble al fondente.

La clientela dello Chalet dei Gourmet sa che qui la scelta del beverage è vastissima e, quando è alla ricerca di qualcosa di speciale nella città di San Pio, non ha dubbi, è qui che deve venire. La carta vini, infatti, è di tutto rispetto ed è composta da un 70% di vini da ogni regione, con grande attenzione alla Puglia, un 20% Francia (Bordeaux, Borgogna, Ronciglione, Valle del Rodano, ecc.) con una vasta scelta di vini pregiati e Champagne. Il restante 10% è composto da Argentina, Australia, Cile, Cina, Slovacchia, Stati Uniti e Spagna. Non mancano millesimi introvabili, bottiglie rarissime e da collezione, magnum, jèroboam e verticali di varie annate di vini pregiati.

Ma non finisce qui, perché a fine pasto si può scegliere tra circa 6000 bottiglie di liquori e distillati anche rarissimi come il Rum Caroni. La sceltra tra Cognac, Armagnac, Rhum, Whisky, Grappe, Gin e tanto altro è davvero ampia.

In sala, oltre alla direzione di Giuseppe Sollazzo, ad orientarvi sulle scelte c'è il sommelier Daniele Dimitri Scanzano, suo braccio destro.

Cosa visitare nei dintorni

Lo Chalet dei Gourmet si trova nelle immediate vicinanze del Santuario di San Pio e dal Santuario di Santa Maria delle Grazie, facilmente raggiungibili anche a piedi. Oppure, se si vuole fare una gita nella zona, a pochi chilometri ci sono le città Lesina e Cagnano Varano con i loro laghi, Monte Sant'Angelo con il Santuario di San Michele Arcangelo e, vicinissimo, il suggestivo Parco del Gargano.


Foto Giornalista Sandro Romano Recensione a cura di:
Sandro Romano

Giornalista

Puglia


Scrivi la tua opinione per Lo Chalet dei Gourmet

Per poter lasciare una recensione è necessario eseguire l'accesso ad Oraviaggiando.

Accedi o registrati gratuitamente


w3 Validator