Cerca un ristorante

Effettua una ricerca su tutto il nostro database ristoranti.

Moebius di Milano

(0)
  • 160 visualizzazioni
  • Cucina creativa
  • Specialità: n.d.
Ristorante non verificato

Moebius di Milano: ecco cosa scrivono i nostri segnalatori

Moebius Sperimentale di Milano: l'industrial chic convertito alla vocazione culinaria

Milano è una città sempre piena di sorprese, questo è risaputo. E in Italia forse resta davvero l'unica metropoli che sappia interpretare le tendenze europee, sia in fatto di creatività in cucina, sia in fatto di design. Ne è un esempio il Moebius, luogo di sperimentazioni culinarie, al civico 25 di via Alfredo Cappellini, in pieno centro, tra Repubblica e Stazione Centrale. Una realtà interessante e posizionata in maniera furba dal punto di vista logistico, strizzando l'occhio sia agli avventori abituali che ai viaggiatori di passaggio in arrivo con i treni da tutte le parti d'Italia e del mondo. Scopriamo allora più da vicino questo locale, tra ambiente ed atmosfera, storia e menu.

Ambiente e atmosfera del Moebius Sperimentale: qui sogno e fantascientifico si incontrano

Non ci sono dubbi: ci troviamo di fronte ad uno dei locali più belli ed innovativi di Milano, e tutto questo non viene dallo sfarzo, dal lusso, come si potrebbe pensare, ma dal recupero di un vecchio magazzino destinato alla produzione tessile, uno spazio che versava nel degrado delle rovine di un vecchio deposito. Il gusto è senz'altro moderno, dallo stampo industrial-chic ed anche la suddivisione del Moebius in tre settori appare particolarmente azzeccata. C'è il cocktail bar con una ragguardevole selezione di gin, per chi è appassionato di questo liquore; il tapa bistrot in cui si può mangiare anche velocemente, a pranzo o se si è di corsa nei pressi della Stazione Centrale prima di un viaggio, a prezzi contenuti. Poi c'è il ristorante sperimentale. Quest’ultimo accoglie i clienti con una sala vetrata di 30 coperti, su una piattaforma sospesa al centro del ristorante a ben 4 metri dal suolo! Chi entra al Moebius Sperimentale, quindi, si ritrova immerso in un'atmosfera bizzarra, tra il fantascientifico e il sogno, in cui l'ispirazione è proprio quella di Moebius, pseudonimo di Jean Giraud, fumettista francese noto agli appassionati e ai nerd con una certa classe. In totale 700 metri quadrati per 12 di altezza, con all'interno un ulivo centenario andaluso che cresce sempre più in altezza. Arredi minimal, tanto metallo, luci basse e soffuse, e l'atmosfera è servita.

La storia del Moebius Sperimentale: un enfant prodige e l'incontro con il giovane chef Croatti

Tutto nasce dalla tendenza visionaria della famiglia Querci, senesi con un ristorante già in piazza del Campo e che hanno voluto tentare l'avventura milanese, riuscendoci benissimo. Appassionati da sempre di Jean Giraud, grande fumettista francese, i Querci, soprattutto Lorenzo, enfant prodige della ristorazione, volevano ricreare un ambiente che si ispirasse a Moebius, ma cercavano lo chef giusto. Ed eccolo arrivare nella figura di Enrico Croatti, cuoco romagnolo (classe '82) con alle spalle esperienze che spaziavano da Madonna di Campiglio alla Spagna. Il sogno però in lui restava quello di esprimersi in una piazza internazionale, come quella di Milano. Detto fatto. Ed è così che si è dato il via ad una bella squadra: Lorenzo Querci alla guida, e poi Luca Pilia, braccio destro di Croatti in cucina e i maître Paride Mencarani.

Il menu del Moebius Sperimentale: cucina creativa ed intrigante per palati curiosi

Possiamo tranquillamente dire che al Moebius Sperimentale, rispetto agli altri due ambienti del cocktail bar e del Tapas, ci troviamo di fronte ad una cucina d'avanguardia, estremamente creativa e parecchio intrigante, soprattutto per i palati curiosi. Qui infatti la ricerca dei sapori si intreccia con l'innovazione tecnica, senza dimenticare la giocosità del tutto. La cena diventa perciò più che semplice “mangiare”, ma un'esperienza sensoriale a 360 gradi. Lo dimostrano i quattro percorsi di degustazione che vengono proposti al cliente, che possono essere considerati anche come quattro esperimenti. A scelta: mare, mondo animale, vegetale, omnibus, cioè un po' di tutto. Via alla combinazione di sapori, consistenze, profumi, texture per 90 euro ad ospite. Croatti si sbizzarrisce letteralmente per sorprendere gli ospiti. La degustazione “Subacqueo” porta ai cosiddetti “cinque passi nel mare”, con 5 portate; c'è poi il percorso “Terrestre”, con 5 portate di terra; il “Vegetale”, con 5 piatti del bosco-orto, ed infine “Esplorazione”: da 6 a 9 portate in piena sperimentazione. Se invece si vuole mangiare alla carta il prezzo è di 20 euro a portata. Segnaliamo la Zuppa di pesci crudi anarchica con crema di ostriche; il risotto sudamericano di calamari, con tocchi messicani; il crudo di cinta senese riserva Moebius e brioche, e come dessert la banana ossidata con passion fruit. Buona la carta dei vini, che sono biodinamici e naturali, anche da micro cantine. I vini vengono mirabilmente abbinati per gli ospiti dal maitre, davvero competente.

Il ristorante Moebius Sperimentale si trova a Milano in Via Alfredo Cappellini 25. Aperto da lunedì a giovedì dalle 18.00 alle 01.00, venerdì e sabato dalle 18.00 alle 02.00. La domenica dalle 18.00 alle 01.00. Prezzo medio (vini esclusi): 90 euro a persona. Degustazioni da 90 e da 120 euro.


Scrivi la tua opinione per Moebius

Per poter lasciare una recensione è necessario eseguire l'accesso ad Oraviaggiando.

Accedi o registrati gratuitamente


w3 Validator