Cerca un ristorante

Effettua una ricerca su tutto il nostro database ristoranti.

Ristorante Il Buco di Sorrento

(0)
  • 702 visualizzazioni
  • Migliori Ristoranti
  • Specialità: n.d.
Ristorante non verificato

Ristorante Il Buco di Sorrento: ecco cosa scrivono i nostri segnalatori

Conoscenza della materia e della tecnica, stagionalità ed amore per la tradizione sono gli ingredienti del Ristorante Gourmet Il Buco di Sorrento. 22 anni di vita e 14 anni di stella Michelin per un locale che ha scritto la storia della ristorazione di Sorrento. In cucina lo Chef Beppe Aversa propone una cucina basata su materia prima di assoluta freschezza e su preparazioni che valorizzano il prodotto. Una cantina ricca e profonda ed una pasticceria che è autentico tempio del piacere e del peccato.

Storia

Peppe Aversa nasce nel 1961, si diploma all’Istituto Nautico e trascorre un pezzo di vita su navi mercantili e carboniere. Un lavoro estremamente faticoso che però gli permette di conoscere ed appassionarsi alle più diverse culture del mondo e alle loro tradizioni culinarie. A 24 anni abbandona il mare ed apre un ristorante tutto suo, il Buco, dove propone una cucina tradizionale, pur continuando ad affinare la sua formazione gastronomica tra libri e corsi di sommelier. L’anno della svolta è il 2001 quando ingaggia lo Chef Michele Deleo con cui nel 2003 festeggia la prima stella Michelin che trasforma il locale in una meta di riferimento della gastronomia regionale. La cucina di Aversa è la cucina di tutti quelli che considerano la tecnica il mezzo per avere il meglio dalla materia prima senza stravolgerla o stravolgere l’ospite, una cucina che dichiara le origini e specifica le provenienze. La cantina racconta la stessa filosofia di passione per i prodotti di qualità, amore per la propria terra, più di mille etichette nazionali ed internazionali, una vasta selezione di Champagne e bollicine.

Ambiente

E’ il 1997 quando Beppe Aversa, aprendo il Ristorante Il Buco, illumina le pietre vive ed il tufo delle volte a botte di una ex cantina del ‘400. Un ambiente reso ancor più suggestivo dalla volontà di far raccontare agli ambienti un linguaggio che non ti aspetteresti, molto contemporaneo, dai colori vivaci e vitali, dalle decorazioni accattivanti ed estrose. Uno spazio di ricerca estetica oltre che di relazione. La sala interna è dotata di bellissimi tavoli in ecopelle a forma di quarto di cerchio che divertono per l’insolita geometria dei commensali. Un piacevole dehors circondato da piante e fiori per il periodo estivo.

Degustazione

La nostra degustazione si apre con astice a vapore con fresella di paese e morbido di bufala. A seguire, capesanta scottata su crudo e cotto di scarola. Il primo servito è riso carnaroli con burrata su polpa di pomodoro San Marzano e gambero rosso alle erbe spontanee. I secondi proposti sono lingua di passera con scorfano al limone, salsa di bottarga e pomodoro secco, dentice su finocchio gratinato al lime e purea di carote allo zenzero. Il dessert è una mousse di babà e cioccolato bianco glassata all’arancia con salsa al rum.

Finale

Un viaggio del gusto attraverso la scoperta di sapori che permettono di conoscere una terra, la sua cultura, il suo popolo.


Scrivi la tua opinione per Ristorante Il Buco

Per poter lasciare una recensione è necessario eseguire l'accesso ad Oraviaggiando.

Accedi o registrati gratuitamente


w3 Validator