Cerca un ristorante

Effettua una ricerca su tutto il nostro database ristoranti.

Baccalàdivino di Venezia

(0)
  • 65 visualizzazioni
  • Ristoranti pesce
  • Specialità: n.d.
Ristorante verificato

Recensione Baccalàdivino di Venezia a cura del nostro giornalista

Baccalàdivino a Mestre è una vera leggenda veneta del baccalà esicuro chi ama questo straordinario prodotto, conoscerà già questo bel locale in Via Gazzera Alta a Mestre, che già dall'entrata ricorda i piccoli ristorantini norvegesi. Franco Favaretto, chef e proprietario, infatti, negli anni è diventato un vero e proprio mito a livello internazionale per la sua conoscenza maniacale di questa leccornia: Oggi non solo è Ambasciatore nel mondo per la Norge commissione Norvegese per i prodotti ittici, ma  è anche docente Alma, e spesso insegna a cucinare lo stoccafisso addirittura ai norvegesi stessi! Ma scopriamo qualcosa di più su questo ristorante particolare e specifico in termini di ambiente e atmosfera, storia e menu.

Ambiente e atmosfera: un viaggio nella Norvegia e nel Nord Europa

Già dall'esterno, dicevamo, si percepisce l'ispirazione nordeuropea di questa trattoria/pizzeria vocata alla sublimazione dello stoccafisso (che per i veneti è quello che per tutte le altre regioni è il baccalà sotto sale). L'entrata in muratura bianca, con appese delle lanterne tipiche dei paesi dei pescatori, e una bicicletta appoggiata al muro rendono tutto molto caratteristico. Anche gli interni sono accoglienti, con il pavimento di segato anni '50, tovagliato essenziale e sedute in legno chiaro, che richiamano ugualmente il design nordeuropeo. Da quasi due decenni, Franco Favaretto guida con competenza il Baccalàdivino, affiancato dalla moglie Paola. Il suo talento in cucina gli ha procurato non solo prestigiosi riconoscimenti, ma anche la presidenza dell'Associazione Cuochi di Venezia. La specialità della casa, divisa tra pizzeria e trattoria, è senza dubbio il baccalà, un piatto che chef Favaretto ha sempre proposto con passione e abilità, ma che solo recentemente ha assunto il ruolo di piatto principe. "Penso che la mia passione per lo stoccafisso sia radicata fin dall'infanzia - racconta Favaretto -. Sono cresciuto nel retrobottega della drogheria di mio nonno, dove il merluzzo, già allora, veniva venduto in quantità considerevoli". Gentilissimo e competente lo staff, mai invadente ma sempre capace di consigliare il meglio per il cliente. Che può scegliere tra diversi tipi di menu, sia di baccalà che di altro tipo, pizze comprese.

La storia del Baccalàdivino di Mestre: ottant'anni di esperienza e tradizione

Bisogna andare indietro di oltre tre quarti di secolo per arrivare alle origini del Baccalàdivino, oggi leggendario ritrovo di Mestre. Originariamente una modesta bottega di generi alimentari, l'attuale santuario per gli amanti del baccalà è impregnato di una storia di tradizione e sapere. Tutto nasce allora tanti anni fa, quando un Franco Favaretto bambino assisteva con curiosità al passaggio dei clienti, ascoltando con attenzione i consigli di suo padre mentre le massaie del quartiere acquistavano lo stoccafisso, suggerendo loro di batterlo con energia prima di prepararlo in un'infinità di modi creativi. Ma per Favaretto, il baccalà non è mai stato solo pesce secco; è sempre stato qualcosa di più, una vera e propria esperienza divina. Ed ecco spiegato il nome di Baccalàdivino. Le mura della trattoria in via Gazzera Alta sono così delle vere e proprie testimonianze mute di una saga familiare che si estende per quasi un secolo, custodite gelosamente dagli eredi Favaretto. L'anziano nonno Pio, soprannominato affettuosamente "Nino", inaugurò nel 1934 una modesta bottega di drogheria e gelateria, che nel corso degli anni si è trasformata, nel 1969, in un'affermata destinazione gastronomica. Ottant'anni di impegno instancabile e di amore per l'arte culinaria si sono tramandati di generazione in generazione, culminando nell'attuale gestione del ristorante "Centrale", ribattezzato poi Baccalàdivino. Un viaggio nel mondo del baccalà che continua a deliziare i palati di tutti gli appassionati.

Il menu di Baccalàdivino: stoccafisso per tutti i gusti o anche pizzeria

Chi va al Baccalàdivino lo fa principalmente per assaporare questo prezioso prodotto che chef Favaretto ha reso superstar, anche in virtù del recente gemellaggio gastronomico tra Mestre e la patria del baccalà, le norvegesi isole Lofoten. Tra le iniziative più suggestive del Baccalàdivino, spicca dunque un impegno volto non solo alla diffusione del baccalà norvegese originario, ma anche alla sua valorizzazione nella terra che lo ha reso celebre. Periodicamente, delegazioni della prestigiosa "Dogale Confraternita del Baccalà Mantecato", fondata dallo chef mestrino, intraprendono viaggi nelle remote isole artiche, esplorando le eccellenze del baccalà e proponendo delizie culinarie ai colleghi norvegesi. In queste incantevoli terre del Nord, Franco Favaretto, ormai navigato esploratore, ha avuto l'opportunità di presentare le sue prelibatezze culinarie quotidiane. Ma veniamo al menu del locale, che può davvero accontentare tutti: si potrà infatti scegliere tra degustazione, menu a la carte, menu pizzeria o menu di Pasqua, per la festività ormai prossima. Ai clienti affezionati al Baccalàdivino, viene offerto un menu completo interamente dedicato allo stoccafisso proveniente in esclusiva dalle isole Lofoten. Dal tradizionale baccalà mantecato, tipica specialità veneziana, servita come antipasto, al pregiato caviale accompagnato da crostini appena tostati, fino alle irresistibili lingue di baccalà fritte o in umido. Passando ai primi piatti si potrà variare tra una selezione di deliziose portate, tra cui il pasticcio, gli gnocchi e tagliatelle al ragù di baccalà. Le portate sono disponibili anche per l'asporto. Questo assortimento di delizie, grazie alla singolarità del prodotto e agli accostamenti alternativi, è in grado di conquistare anche i palati più esigenti. Se però si è amanti della carne e si vuole rinunciare al baccalà, non mancheranno alternative allettanti. Su prenotazione, il locale propone infatti altre specialità molto apprezzate, come il maialino da latte cotto lentamente nel forno a legna "alla maniera veneta", arricchito dai profumi degli ortaggi locali. Inoltre, la pasta fatta in casa, che include bigoli e tagliolini, e i deliziosi dessert artigianali, come il semifreddo con miele e castagne, soddisfano i desideri di ogni goloso.

Informazioni utili

La trattoria/pizzeria Baccalàdivino si trova a Mestre (Ve) in Via Gazzera Alta 102. Chiuso il Lunedì e il Martedì. Gli altri orari: dal Mercoledì al Venerdì 11.30 – 14.30 / 18.30 – 23.30; Sabato e Domenica: 11.30 – 15.30 / 18.30 – 1.30. Prezzo: dai 30 agli 80 euro a persona, bevande e dolci esclusi.


Foto Giornalista Jenny Giordano Recensione a cura di:
Jenny Giordano

Giornalista

Campania


Scrivi la tua opinione per Baccalàdivino

Per poter lasciare una recensione è necessario eseguire l'accesso ad Oraviaggiando.

Accedi o registrati gratuitamente


w3 Validator