Cerca un ristorante

Effettua una ricerca su tutto il nostro database ristoranti.

Bu:r di Eugenio Boer di Milano

(0)
  • 149 visualizzazioni
  • Migliori Ristoranti
  • Specialità: n.d.
Ristorante verificato

Recensione Bu:r di Eugenio Boer di Milano a cura del nostro giornalista

Il Ristorante Bu:r a Milano è uno dei locali che ci sentiamo di definire "irrinunciabili" se si è di passaggio nel capoluogo lombardo. Qui troverete una cucina di altissima qualità che valorizza i prodotti italiani attraverso una lente creativa e innovativa. Il Ristorante Bu:r a Milano è il frutto della visione gastronomica dello chef Eugenio Boer, le cui radici olandesi si fondono con un amore profondo per l'Italia, come dimostrato dalla sua dedizione alla cucina italiana contemporanea e un'attenzione sempre più crescente sulla sostenibilità e al supporto ai produttori locali. 

Il menù del ristorante Bu:r di Milano: la nostra degustazione

Il ristorante di Eugenio e Carlotta è davvero una bella esperienza e la rotazione costante dei piatti e degli ingredienti consente di poter tronare al Bu:r più di una volta. Quattro i menù degustazione: i "Classici" , "La Primavera", "L'Italia Vegetale" e infine "Per Mano".

Tra i piatti più rappresentativi e apprezzati figurano "L'uovo di Primavera" che unisce uova di selva, melanzane e pomodori in un connubio di sapori intensi e gratificanti, e il "Risotto di Campo" preparato con ingredienti di alta qualità come Robiola di Roccaverano e burro affumicato al fieno. Non meno memorabile è il "Piccione di Laura Peri" che presenta una combinazione intrigante di piselli, cipollotto e crescione, offrendo un classico della cucine gourmet italiana in una visione moderna e corroborante.

Storia del Ristorante Bu:r

Il Ristorante Bu:r a Milano è il frutto della visione gastronomica dello chef Eugenio Boer (all'anagrafe Eugenio Jacques Christiaan Boer), le cui radici olandesi si fondono con un amore profondo per l'Italia, come dimostrato dalla sua dedizione alla cucina italiana contemporanea. Eugenio Boer, nato in Italia nel 1978, è cresciuto nella cittadina olandese di Voorburg fino all’età di sette anni. Suo padre è un ex agente di commercio olandese, mentre la madre è italiana, per la precisione con origini liguri e siciliane. Per via del lavoro paterno, nel 1985 fa ritorno nel nostro paese stabilendosi con la famiglia a Sestri Levante in provincia di Genova. La sua passione per la cucina inizia prestissimo a seguito della perdita del nonno materno. Da quel momento in poi inizia a esplorare e a reinventare la cucina attraverso le sue esperienze. Fin da giovane, Eugenio dimostra una dedizione straordinaria per la cucina, tanto da iniziare a lavorare in un ristorante a soli dodici anni, mantenendo l'impegno di completare gli studi. Questa esperienza precoce pone le basi per una carriera distinta che lo vede viaggiare e apprendere dai migliori chef in Italia ed Europa, tra cui nomi del calibro di Alberto Rizzo, Kolja Kleeberg, Gaetano Trovato, Norbert Niederkofler e Alain Ducasse.

La sua ascesa culinaria raggiunge un punto di svolta nel 2014 con l'apertura di "Essenza" a Milano, ristorante che gli vale la sua prima Stella Michelin nel 2017. Segue l'inaugurazione di [bu:r] nel 2018, un locale che riflette il suo approccio innovativo alla cucina italiana, ponendo l'accento sulla qualità degli ingredienti e sull'artigianalità delle preparazioni.

Il passaggio di Boer alla televisione con la partecipazione a 'Senti chi Mangia' su La7 amplifica ulteriormente il suo impatto. Nella trasmissione, il suo stile unico e l'amore per la cucina italiana si fondono perfettamente con il format televisivo, rendendolo un favorito del pubblico grazie anche al suo look distintivo e alla personalità accogliente.

La decisione subito dopo il covid, di focalizzarsi esclusivamente sui prodotti italiani, segna una nuova era per il ristorante Bu:r, ribadendo il suo impegno verso l'autenticità e la qualità.

Ambiente e atmosfera del Ristorante Bu:r di Milano

L'ambiente del Ristorante Bu:r è stato curato nei minimi dettagli dall'architetto Mario Abruzzese in collaborazione con lo chef Patron Eugenio Boer, creando uno spazio che riflette l'eleganza e la sofisticatezza della cucina. I clienti sono accolti in un ambiente caldo e accogliente, dove ogni elemento decorativo, dai monoliti in ceramica alla carta da parati ispirati alle ceramiche di Delft, è pensato per creare un'atmosfera unica e raffinata. La disposizione flessibile degli spazi permette di godere di un'esperienza intima, ideale sia per cene romantiche che per incontri d'affari. Le tonalità forti delle pareti e dei pavimenti si sposano perfettamente con i piatti audaci e ricercati offerti dal menù.

Accanto allo chef, nella vita come nel lavoro c'è Carlotta Perilli, sua partner sia nella vita che nel ristorante. Carlotta, con un passato nel settore della comunicazione, è fondamentale nell'interazione con i clienti, facendoli sentire come a casa. Insieme, il duo non solo gestisce il ristorante ma anche la loro vita personale con affetto e sinergia, dimostrando che il successo può davvero avere un volto umano e caloroso.

In questo contesto, il Ristorante Bu:r non è solo un luogo dove mangiare, ma un vero e proprio percorso sensoriale che incanta i visitatori, permettendo loro di esplorare nuove dimensioni del gusto e dell'ospitalità italiana.


Foto Direttore Editoriale Giovanni Mastropasqua Recensione a cura di:
Giovanni Mastropasqua

Direttore Editoriale

Marche


Scrivi la tua opinione per Bu:r di Eugenio Boer

Per poter lasciare una recensione è necessario eseguire l'accesso ad Oraviaggiando.

Accedi o registrati gratuitamente


w3 Validator