Cerca un ristorante

Effettua una ricerca su tutto il nostro database ristoranti.

Ristorante Sabatini di Firenze

(5.00)
  • Ristoranti tipici regionali
  • Specialità: n.d.
Ristorante verificato

Recensione Ristorante Sabatini di Firenze a cura del nostro giornalista

Il Ristorante Sabatini a Firenze è l'ideale quando si vuole staccare dal caos cittadino. Ci sono momenti, infatti, in cui il tran tran quotidiano e le incombenze di tutti i giorni si fanno sentire e lasciano dei segni di stress in tutti noi. A quel punto si avverte l'esigenza di staccare e di prendersi una pausa, magari per un pranzo o una cena in un posto tranquillo e speciale. È il caso del ristorante Sabatini, a Firenze in Via Panzani, che può essere selezionato come una specie di luogo del cuore. I gestori del locale, consapevoli di questo aspetto, propongono infatti anche una “fidelity card” per far tornare più e più volte i clienti. Scopriamo allora tutti i dettagli del Sabatini e vediamo in cosa si distingue nell'ambiente e atmosfera, storia e menu.

Ambiente e atmosfera del Sabatini: il più grande ristorante a Firenze

Il Sabatini è forse il ristorante più grande che si possa trovare nel capoluogo toscano, senza però quella sensazione di spersonalizzazione tipica dei locali ampi. Lo spazio di ben 1.200 metri quadri è infatti suddiviso in quattro saloni, per un totale di 200 coperti. L'impronta originaria dell'arredo e del design fu data, quasi settant'anni fa dall'architetto Stigler, che utilizzò a questo scopo dei pezzi presi da una chiesa sconsacrata del XVI secolo. Proprio per questo motivo, e perché si tratta dell'unico ristorante italiano che possiede la tutela delle Belle Arti, già dagli anni '70 del Novecento il ristorante Sabatini viene frequentato da molti artisti e personalità del bel mondo, anche dell'aristocrazia. Gli interni, spaziosissimi, si aprono su pavimenti d'epoca, che cambiano di sala in sala, e vedono tavoli e sedie (e pareti) interamente in legno scuro, intervallati da panche con cuscini in morbida stoffa rossa e travi (tutto proviene dalla chiesa del '500). Ma quello che è davvero spettacolare al Sabatini è il “Giardino d'inverno”: un bellissimo giardino con terrazza visibile anche dalle sale interne.

La storia del ristorante Sabatini: un secolo dedicato all'accoglienza e al buon cibo

Tutto ha inizio più di un secolo fa: nel 1914 in via Valfonda, nei pressi della stazione centrale. Il trasferimento in via Panzani, in un edificio del tardo '800, avviene proprio con la costruzione dell'attuale ferrovia. E qui si svilupperà in fama il locale di Vincenzo Sabatini, il fondatore. Notorietà che fino al giorno d'oggi non ha conosciuto crisi, anche con il passaggio di gestione, recentemente, all'imprenditore Julian Golemi, che chiama come direttore generale Paolo Manoni, come capo chef il giovane Alessio Mori e come Sous chef Filippo Ristori.

Il menu del Sabatini: cucina classica toscana, gourmet, o l'alternativa del pranzo low cost

Una delle caratteristiche che ha posto il Sabatini al passo con i tempi è stato l'adeguarsi alle esigenze dei clienti. C'è infatti chi desidera fare un'esperienza gourmet, chi cerca la classica cucina toscana della tradizione o chi invece si ferma solo per un pranzo veloce e low cost. Nonostante ciò, continua a mantenere anche la variante di cucina flambé, forse rimasta unica in tutta Europa! Le opzioni per mangiare qui dunque sono: un menu alla carta per il gourmet, due menu degustazione (quello classico ha un prezzo di 75 euro circa) e i menu pranzo veloce dai 7 ai 20 euro.

Il menu degustazione classico non delude

Restiamo su un menu degustazione classico. Tra le entrée di prova segnaliamo un paff di lievito madre con caprino e caviale di nero di seppia, con cialda di polenta e polvere di salvia; a seguire, poi: le chips di semi di lino, con sgombro marinato accompagnato da maionese con limone arrostito. Due i primi piatti: uno spaghettone alle acciughe marinate e colatura, con crema all'aglio e cime di rapa e dei cappelletti di farina di castagne, con lenticchie, ricotta e spinaci. Ottimi e presentati benissimo anche i secondi, con il maialino alla bieta e mela glassata dalla cottura impeccabile, e le foglie di shiso caramellate, con polvere di nocciola e mascarpone. Infine, i dessert: accanto alla piccola pasticceria (tra cui una squisita pralina al caramello salato e dell'ottimo panforte) scegliamo un semifreddo preparato con croccante di mandorla, vinsanto e sfogline di pera. Superlativo il servizio, sempre puntuale e organizzato.

Altre informazioni utili sul ristorante Sabatini di Firenze

Il ristorante Sabatini si trova a Firenze, in Via Panzani 9/A. Aperto tutti i giorni della settimana, dalle 12.00 alle 23.00. I prezzi qui davvero oscillano secondo le possibilità di ognuno: si va dai 10 euro per un menu pranzo veloce, fino ai 150 euro a persona (e poi a salire) per i piatti gourmet, vini esclusi.


Opinioni Ristorante Sabatini (1)

  1. Elena G.

    Cucina tradizionale toscana con piatti innovativi

    5 / 5

    Un classico. Storico tempio della cucina tradizionale toscana con possibilità di scegliere dal menù piatti innovativi, originali negli accostamenti. Location unica, elegante, preziosa.Giardino d'inverno incantevole. Per iniziare cappellacci alla fiorentina: ragù, piselli, ripieno di patata e porcini. Cappellacci pere pecorino miele e barbabietola. Spettacolari entrambi. Dosi generose. Tris di sformatini "verdurosi": buoni e leggeri. Peposo del Chianti e cannellini tenerissimo. Per concludere cheesecake ai frutti rossi che personalmente ho trovato delicata, equilibrata. Rosso di Montepulciano ideale per non appesantirci. Servizio impeccabile Punto di riferimento e garanzia in pieno centro.

Scrivi la tua opinione per Ristorante Sabatini

Per poter lasciare una recensione è necessario eseguire l'accesso ad Oraviaggiando.

Accedi o registrati gratuitamente


w3 Validator