Cerca un ristorante

Effettua una ricerca su tutto il nostro database ristoranti.

Trattoria Arvigo di Genova

(0)
  • 15395 visualizzazioni
  • Ristoranti tipici regionali
  • Specialità: n.d.
Ristorante non verificato

Trattoria Arvigo di Genova: ecco cosa scrivono i nostri segnalatori

Lemme lemme sulla provinciale, oppure tramite la più veloce Camionabile A7 per Serravalle, ci si allontana solo una decina di chilometri dal mare di Genova; poca strada, ma con un cambio continuo di ambiente: dal centro città, transitando sulla sopraelevata che domina il secondo porto del Mediterraneo, poi una digressione sulla periferia sino a giungere alla “dura” zona industriale di Bolzaneto. Da qui in 4 minuti si risale una collina nella vallata aperta, nel tratto a levante difeso dai venti grazie a colline coniche. Su un clivo con chiesetta, nel 1880 fu tracciata una strada a ridosso della quale Filippo Arvigo aprì immediatamente la sua osteria di campagna con cucina e vino, allo scopo di trarre qualche quattrino in più rispetto ai magri risultati ottenuti con la dura vita
dei campi... Eppure, incredibilmente, le fienagioni continuarono ancora per un secolo, come prova la foto dei tre ragazzini con fascio di fieno in spalla, posta all’ ingresso del ristorante: ebbene, si
tratta proprio dei tre attuali titolari di terza generazione, Fabio, Luca e Marco. Nel terzo millennio la congestione di auto parcheggiate sul piazzale (e non soltanto sul piazzale) indica davvero la
misura del successo di questa trattoria ormai “fine”, che pare non sentire i tempi di crisi, forse grazie alla vicinanza di complessi commerciali e imprenditoriali dai quali probabilmente proviene la marea di suv e auto di alta gamma. Nelle due sale e nella veranda da trenta coperti (dove sono provvidenziali gli “occhiali da sole” anche in inverno) con idoneo controsoffitto antirumore, tende bianche a fiorellini, aria condizionata con quattro erogatori, tavoli a distanza giusta, comode sedie imbottite, belle tovaglie bianche con motivi floreali, fiori ai tavoli, una candela rossa, cristallerie con il loro simpatico logo, posate argentate, giunge subito (offerto) un bicchiere di buon spumante accompagnato da focaccine irresistibili, che preludono agli antipasti misti della casa: salumi di Sant’Olcese, lardo di Arnad, bresaola, porcini sott’olio, insalatine di carciofi o di porcini: una degna apertura per un pasto che si preannuncia per stomaci virili. Primi piatti: ravioli al sugo di carne; pansotti in salsa di noci; taglierini ai funghi (al tartufo bianco in stagione a prezzi di costo), troff ie di farina di castagne; lasagne o trenette al pesto; taglierini verdi al sugo di lepre;
triangoli di porcini e grana… e così continuando secondo il miglior copione di Liguria, rispettoso dei prodotti di stagione e dei procedimenti cucinari tradizionali… E’ il trionfo della vera stagionalità nel piatto, cosa alla quale i “magnifici tre” tengono orgogliosamente, con qualche scetticismo verso il mondo delle Guide, dei vari sputasentenze gastronauti e altri divulgatori. Il “sentiment” pare:
“Grazie, facciano pure, ma ciò che conta è soprattutto la fidelizzazione dei molti clienti e il loro passaparola”, senzaaltri “sciati” (clamori) non consoni al carattere tipico di queste parti. Avanti quindi con i secondi: cima alla genovese, fegato alla genovese (o veneziana), coniglio fritto o alla piastra; grigliata mista di carni e verdure; cinghiale in umido con frutti di bosco e, in stagione, profluvi di funghi locali fritti o trifolati, magari con patate. Il pesce non è in carta perché ci si affida al mercato del mattino, ma non mancano sulla lavagnetta del giorno anche due o tre proposte che si basano sul pescato. Per il fine pasto le offerte di formaggi, frutta e dessert sono ben 23 ma, essendo la proposta fatta a voce, i più interrompono prima della fine il declamare del pur valido servizio ordinando semifreddi, panna cotta, torta di mele…, ma chi ha pazienza potrà scegliere anche una crepe al cioccolato o Nutella, una torta di pere al cioccolato caldo, o dei dolcissimi marrons glacées con gelato…
Un locale il cui futuro riposa sulla concreta esperienza del passato e gira ben oleato sui perni dell’onestà, della trasparenza e della convenienza.
 


Scrivi la tua opinione per Trattoria Arvigo

Per poter lasciare una recensione è necessario eseguire l'accesso ad Oraviaggiando.

Accedi o registrati gratuitamente


w3 Validator