Accedi o registrati

Ristorante Borgo Del Faro di Fano

Viale Piceno, 14 - 61032 Fano (PU)

  Chiama 0721827828

Ristoranti eleganti, specialità pesce, ottima cantina di vini / (prezzo indicativo) / 33326 (visite ricevute)


  Scrivi la tua opinione

Leggi le 16 Opinioni Ristorante Borgo Del Faro

  • Foto Ristorante Borgo Del Faro Fano

Recensione Ristorante Borgo Del Faro di Fano


Il Ristorante Borgo del Faro si trova sul porto di Fano, arroccato all'interno di una viuzza che sembra voler preservare il piccolo borgo dagli sguardi superficiali; la bellezza del caseggiato circostante dai colori mediterranei fa da contraltare all'azzurro del cielo e del mare nei giorni di sole e di vento. E' qui che i nostri anfitrioni hanno scelto di stabilirsi, proponendo una cucina felicemente contenuta tra tradizione, tipicit, e modernit. Una cucina di mare e proposte di terra, giocate di rima, puntando sulle risonanze tra sapori, per un risultato in equilibrio tra raffinatezza e concretezza. L'ambiente elegante ma sobrio, per un'esperienza enogastronomica che non soffoca nel superfluo.

Storia del ristorante Borgo Del Faro
Andrea ed Alessandro, titolari di questo ristorante di pescedal 2003. Una storia di fratelli, certo, ma anche una storia di amore per il mare e la citt, una storia che inizia da un nonno Maestro del Porto di Fano, e storia di un padre, arbitro per diletto, che ha deciso di spendere i guadagni delle proprie trasferte nel buon cibo, coinvolgendo i suoi figli. Andrea ha cominciato a pasticciare in cucina da bambino ed ha continuato a farlo a scuola, all'Istituto Alberghiero Santa Marta di Pesaro, Alessandro, prossimo al Diploma di Sommelier, invece, ha fatto studi di Economia e Commercio, ma l'approdo stato lo stesso, la ristorazione. Il primo in cucina con due collaboratori e l'altro, responsabile di sala, anche se separare le competenze no non si pu, si tratta degli estremi di un cordone che parlano la stessa materia. La cucina di questi fratelli una cucina di misura, una cucina del territorio che per rifiuta la conformit al gusto, facendola vibrare di fantasia. Il prodotto tradizionale, paste fresche, pane e dolci fatti in casa, il pesce locale nella variet e nella quantit disponibile, e comunque italiano, le verdure, gli ortaggi e la frutta, vengono acquistati al vicino mercato ortofrutticolo. Il menu propone anche piatti a base di carne che viene acquistata dai fornitori del territorio. L'intervento sulla materia prima fermo nel rispettarne la naturalit, ma quella fantasia la senti negli accostamenti tra gli ingredienti, nella variet delle tecniche di cottura utilizzate, che vanno oltre la tradizione delle ricette. La cantina propone pi di cento etichette, i migliori nazionali ed esteri, spumanti, champagne, distillati e riserve pregiate. In questo ristorante, infine, possibile degustare la famosa "moretta" fanese, una bevanda dopo pasto, bevuta dai marinai, a base di caff espresso, rum ed anice.


Ambiente
L'ambiente stato ricavato dalla ristrutturazione di una bottega di artigiani retai ma rinuncia agli elementi distintivi dello stile marinaro, solo qualche immagine in bianco e nero che racconta scene di porto e di pesca. La suggestione che se ne riceve , in ogni caso, evidentemente storica ed evocativa per ubicazione, fortemente identitaria e relazionale, l'intento quello di mettere in comunione le persone che vi accedono attraverso l'esperienza del gusto, eliminando gli inutili ingombri. Colpisce, entrando, l'equilibrio tra lo spazio e gli oggetti che corrispondono esclusivamente alla loro funzione, non indugiando nel desiderio di "esposizione" che spesso caratterizza gli ambienti della ristorazione. Anche le pareti di bottiglie che caratterizzano la cantina non sembrano essere state messe in bella mostra ma rispondono ad un ordine razionale, archiviate come se si trattasse di una biblioteca del vino. L'apparecchiatura della tavola riflette un bisogno etico ed estetico di essenziale, una scelta a sottrarre, bellissime le tovaglie lunghe color sabbia dei tavoli rotondi e pulita la mise en place dei tavoli quadrati, un rettangolo di stoffa in tinta chiara che lascia fuori la cornice in vetro ed acciaio e ricorda la semplicit dei pasti sul mare. Le distanze tra i commensali consentono un respiro libero e lungo, il rifiuto di un'opulenza vistosa che si esprime anche nella scelta dei materiali, caldi e freddi, ben distribuiti in alternanza, legno, vetro, acciaio. Un colore ed un calore che sale dai tappeti e scende dalle sospensioni, intimit e riservatezza.

Degustazione:
La nostra degustazione vuole coinvolgere sia Andrea dalla cucina che Alessandro dalla biblioteca del vino. L'antipasto un'emozione di fresco, tartare di spigola con gazpacho andaluso accompagnato da un calice di Perlugo Barone Pizzini. Un bis di primi, uno bianco ed uno rosso, triangoli ripieni all'astice e paccheri alle panocchie, ai quali si risponde di Verdicchio Classico Superiore. A seguire, un trancio di ombrina in crosta di patate e fetta di caciotta morbida di Urbino e calamari alla griglia su un letto di cipolla rossa di Tropea in agrodolce di cipolla rossa di Tropea. A chiudere, un dessert servito caldo, frollina di pere Williams e fonduta di Nutella, perfettamente dolce come il vino Porto servito per degustarla.

Il Ristorante Borgo del Faro si presta per ubicazione e gusto a pasti di atmosfera, perfetto per cene aziendali e festeggiamenti di cerimonie. Un locale non "sul" mare ma "con" il mare, dentro e fuori.



Video Ristorante Borgo Del Faro




Prenota un tavolo Ristorante Borgo Del Faro


Prenotazione presso Ristorante Borgo Del Faro. I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Data prenotazione

Orario

Ospiti

Nome *

Cognome *

Verifica anti-spam: in quale anno siamo? *

Cellulare *

E-mail *

Messaggio per il ristoratore

Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. 196/2003 e del Regolamento UE 2016/679, per le finalità necessarie alla fornitura del servizio, nell'informativa resa



Scrivi la tua opinione per Ristorante Borgo Del Faro

Per poter lasciare una recensione è necessario eseguire l'accesso ad Oraviaggiando.

Esegui l'accesso oppure registrati gratuitamente.


Non sei iscritto? Clicca qui   Hai dimenticato la password?